renato_paratore_4

L’inglese Andy Sullivan è rimasto da solo al comando con 128 colpi (64 64, -14) nel Portugal Masters (European Tour), che si sta svolgendo sul tracciato dell’Oceanico Victoria GC (par 71), a Vilamoura in Portogallo. Solo due italiani hanno superato il taglio: Renato Paratore (70 71) e Marco Crespi (68 73), 60.i con 141 (-1), mentre sono usciti al taglio Alessandro Tadini, 73° con 142 (73 69, par), out per un colpo, Matteo Manassero, 87° con 143 (75 68, +1), e Andrea Pavan, 122° con 151 (71 80, +9).
Sullivan precede il belga Thomas Pieters (131, -11), lo spagnolo Eduardo De La Riva e l’austriaco Bernd Wiesberger, terzi con 132 (-10), gli inglesi Tommy Fleetwood e Anthony Wall, quinti con 133 (-9). Al settimo posto con 134 (-8) i danesi Thomas Bjorn e Soren Kjeldsen, l’iberico Adrian Otaegui, il sudafricano Trevor Fisher jr e l’inglese Chris Paisley, al 12° con 135 (-7) lo spagnolo Alvaro Quiros e il belga Nicolas Colsaerts, che affiancava Sullivan dopo un turno. In ritardo il tedesco Martin Kaymer e l’irlandese Padraig Harrington, 54.i con 140 (-2).
Sullivan, 28enne di Nuneaton con due titoli nel circuito entrambi conquistati in stagione, ha raddoppiato il 64 (-7) iniziale con sette birdie e in totale nei due giri ha realizzato quindici birdie e un bogey. Paratore ha concluso in 71 (par) con tre birdie e tre bogey e Crespi in 73 (+2) con un birdie e tre bogey. A Tadini non sono bastati 69 colpi (-2, con cinque birdie, un bogey e un doppio bogey) e Manassero ha tentato in tutti i modi di evitare il dodicesimo taglio di fila. Era dentro dopo diciassette buche condotte con sei birdie e un bogey, ma sull’ultimo green è stato messo fuori gioco da un doppio bogey (68, -3). Da dimenticare in fretta l’80 (+9) di Pavan con due birdie, cinque bogey e tre doppi bogey.

  • Thomas Bjorn è il nuovo capitano europeo
  • Pierfrancesco De Col "Gioco sempre tranne lunedi e giovedi" #VideoGolf
  • Tiger: due settimane di pausa per trovare i bastoni perfetti