Bernd Ritthammer1

Il tedesco Bernd Ritthammer ha ottenuto il primo titolo nel Challenge Tour imponendosi con 272 colpi (67 68 70 67, -12) nel Made in Denmark Challenge, torneo del Challenge Tour che ha avuto luogo all’Aalborg GK (par 71) di Aalborg in Danimarca.

Il giro finale non ha premiato la buona prova complessiva di Andrea Rota, sceso dal settimo al 26° posto con  282 (71 68 67 76, -2), penalizzato da un 76 (+5), stesso punteggio parziale che non ha permesso al dilettante Michele Cea, 73° con 295 (72 71 76 76, +11) di risalire la graduatoria, ma per il portacolori del Parco di Roma era importante soprattutto fare esperienza tra i professionisti ed è già un titolo di merito aver passato il taglio.

Bernd Ritthammer, 29enne di Nuremburg, ha superato di misura in un acceso finale l’olandese Jurrian Van der Vaart (273, -11) e di due colpi il connazionale Alexander Knappe, il sudafricano Dylan Frittelli e lo statunitense John Hahn, in vetta dopo tre turni e messo fuori gioco da un 73 (+2). In sesta posizione con 275 (-9) lo svedese Krister Erikssson e il cileno Mark Tullo e in ottava con 276 (-8) il tedesco Sebastian Heisele, lo svedese Marcus Kinhult, e gli inglesi Aaron Rai, Paul Howard e Ashton Turner, uno dei più forti amateur britannici.

Sono usciti al taglio gli altri tre italiani in campo: Leonardo Motta, 95° con 146 (74 72, +4), Filippo Bergamaschi, 128° con 149 (79 70, +7), e Andrea Perrino, 133° con 150 (72 78, +8). A Ritthammer è andato un assegno di 28.800 euro su un montepremi di 180.000 euro.

  • Thomas Bjorn è il nuovo capitano europeo
  • Pierfrancesco De Col "Gioco sempre tranne lunedi e giovedi" #VideoGolf
  • Tiger: due settimane di pausa per trovare i bastoni perfetti