meindl

Il sogno di una vita… Almeno per molti golfisti amatoriali. Chi non ha mai desiderato di far da caddie al proprio beniamino? Anche solo per una buca, anche solo per pochi minuti. Chiacchierare, scambiarsi opinioni, scoprire i segreti di una carriera. Figuriamoci trascorrere insieme un’intera giornata su un campo da golf prima di un torneo del Tour.

È accaduto Joe Meindl, un golfista tedesco di 81 anni. Joe aveva un sogno: fare da caddie al suo idolo Bernard Langer. L’ha sempre seguito alla tv in ogni gara, sostenendolo sia nelle sconfitte che soprattutto nelle vittorie. Una passione che dura da più di vent’anni senza però esser mai riuscito a incontrarlo… Fino al giorno di pratica del 77esimo Senior PGA Championship presentato da KitchenAid a Harbor Shores.

L’antefatto. Meindl ha fatto il caddie al Dunes Club vicino a New Buffalo per 15 anni e proprio due anni fa il giornalista Mark O’Connor si ritrovò a giocare su quel percorso… Accadde che O’Connor conobbe Meindl e così anche i suoi tanti apprezzamenti per Langer. “Ironia della sorte”, la moglie di O’Connor, Deb, fa parte del comitato organizzativo proprio del Senior PGA Championship presentato da KitchenAid. Così fece in modo che Meindl potesse fare da caddie a Langer proprio durante il giro di pratica del  PGA Championship 2015.

Peccato che proprio in uno di quei giorni, il figlio di Meindl aveva programmato di sposarsi in California. Quindi niente da fare… Fino alla settimana scorsa, quando dopo un anno esatto i due si sono finalmente incontrati e Joe ha potuto assistere il suo idolo. Hanno trascorso una giornata fatta di piacevoli conversazioni, risate e ottimi consigli…

“È un grande giocatore ed è sempre stato il mio idolo”, ha affermato Meindl. “Ho trascorso una giornata fantastica, ha quasi dell’incredibile. È il giorno più felice della mia vita”.

E non sia mai che questo giorno possa ripetersi anche nel futuro… Lo stesso Langer ha affermato che vorrebbe averlo al suo fianco anche in altre occasioni perché i suoi consigli sono stati davvero preziosi.

“Dovrei ascoltare più spesso le sue indicazioni specialmente quando leggo la linea del putt. Sarebbe fantastico averlo ancora al mio fianco”.

Una sogno diventato realtà…Segno che a volte, un po’ per fortuna e un po’ per strane coincidenze, sono più che dei semplici desideri.

  • GOLFTODAY FRIENDS CUP
    30 Novembre 2016
    GC Carimate #FotoGallery
  • I mitici vincitori dei Match Play dell'Emilia Romagna #VideoGolf
  • Jim Furyk prossimo capitano americano?