_PSYCO2014_2_Come-si-fa-a-gestire-lerrore

 

PSYCO2014_2_Come si fa a gestire l’errore

Quanti di noi dopo un errore pensano di aver buttato via la gara (anche se si tratta delle prime buche) o di aver fatto qualcosa di irreparabile, tanto da essere completamente in balia delle emozioni e da avere la sensazione “che tanto ormai..” finendo, in casi estremi, per buttare completamente all’aria la pianificazione di gioco (per cercare disperatamente di “recuperare”) e di conseguenza compromettere l’intera prestazione?!

La gestione degli errori riveste un’importanza cruciale nel golf in quanto è uno sport fatto di tanti gesti tecnici separati da pause, che nel loro insieme determinano la prestazione ed in secondo luogo il risultato. E’ proprio in quello spazio che si deve affrontare tra un colpo ed il successivo che si può fare qualcosa per evitare che l’errore commesso comprometta la prestazione.

Una delle strategie più efficaci per affrontare questo difficile momento è sicuramente la routine, ossia quell’insieme di gesti, pensieri ed immagini che il golfista dovrebbe costruire ed allenare fino a renderlo automatico e che permette di potersi concentrare ed attivare al punto giusto per poter affrontare efficacemente il colpo successivo.

La routine infatti permette di cancellare l’errore precedente, sostituendolo con la visualizzazione corretta del colpo, e di introdurre un dialogo interno positivo ed auto motivante che permetta di sganciarsi dal passato per orientare l’attenzione verso il nuovo obiettivo.

  • 65 colpi senza bogey: bentornata Tigre!
  • GOLFTODAY FRIENDS CUP
    30 Novembre 2016
    GC Carimate #FotoGallery
  • I mitici vincitori dei Match Play dell'Emilia Romagna #VideoGolf