openprev

 

Il The Open è magia. Sarà perché racchiude tutta la tradizione e la storia del golf. Sarà perché è il Major più antico, quello più storico, il primo ad essere nato. Sarà anche un po’ la Gran Bretagna, la terra in cui si svolge ogni anno. Chi vince il The Open Championship non vince solo un Major. Vince IL Major per eccellenza. Diventa Champion of the Year, conquistando qualcosa di sacro e unico per il golf. E chi vince non è spesso il più bravo o il più forte. È chi riesce a mescolare il proprio gioco al vento, alla pioggia e ai links su cui si gioca, realizzando un’opera d’arte straordinaria. Se vinci il British Open, il significato è diverso, ben più profondo.

Come affermato anche da Martin Kaymer nello speciale video firmato Mercedes-Benz realizzato per l’apertura del 145esimo The Open Championship. La famosa casa automobilistica tedesca ha infatti voluto celebrare il Major inglese in un video in cui riunisce alcuni dei suoi grandi e giovani testimonial. Rickie Fowler, Martin Kaymer, Emiliano Grillo e Fabián Goméz, ognuno di loro esprime un parere o un emozione sul British Open. Fowler per esempio parla delle nuove generazioni che partecipano al torneo. Nuove generazioni, che un po’ spinte dall’adrenalina e un po’ dall’inesperienza, non hanno paura di nulla. E non si può mai sapere se tra quei giovani si possa celare il nuovo vincitore.

Certo, occorre anche ascoltare le emozioni e i consigli di Martin Kaymer che sottolinea come ognuno abbia il proprio gioco che però deve inesorabilmente adattarsi al The Open. Perché ci sono molte variabili: le condizioni del percorso, il vento, la pioggia e le pin position. Occorre essere aggressivi ma anche cauti. Occorre trovare l’equilibrio in qualcosa che di equilibrato ha ben poco. Il tutto, come affermato da Emiliano Grillo, circondati dall’affiatamento e dall’entusiasmo dei fan.

Questo è il The Open, ma anche molto di più.

  • Pierfrancesco De Col "Gioco sempre tranne lunedi e giovedi" #VideoGolf
  • Tiger: due settimane di pausa per trovare i bastoni perfetti
  • La sacca di Romain Langasque #VideoGolf