Francesco_Molinari

Due outsiders, Steve Wheatcroft e Andrew Loupe, sono in vetta con 65 colpi (-7) nel Wells Fargo Championship (PGA Tour), che si sta svolgendo sul percorso del Quail Hollow Club (par 72), a Charlotte nel North Carolina, dove Francesco Molinari e al 53° posto con 72 (par) insieme allo svedese Henrik Stenson.

Seguono la coppia di testa l’indiano Anirban Lahiri, terzo con 66 (-6), Kevin Chappell e il sudafricano Dawie Van Der Walt, quarti con 67 (-5), Daniel Berger, l’australiano John Senden e il neozelandeseTim Wilkinson, sesti con 68 (-4).

Sono nelle prime posizioni anche Phil Mickelson e il sudafricano Retief Goosen, noni con 69 (-3), e gli inglesi Justin Rose, Ian Poulter e Paul Casey, 17.i con 70 (-2). Non hanno brillato, ma non hanno perso molto, Rickie Fowler e il tedesco Martin Kaymer, 30.i con 71 (-1), mentre dovranno cambiare ritmo per evitare il taglio il nordirlandese Rory McIlroy, numero tre mondiale e campione uscente, Patrick Reed, Jim Furyk, al rientro dopo una lunga assenza, l’australiano Adam Scott, il fijiano Vijay Singh e l’argentino Angel Cabrera, 75.i con 73 (+1), così come il giapponese Hideki Matsuyama, 101° con 74 (+2).

Entrambi i leader sono alla ricerca della prima vittoria nel PGA Tour. Steve Wheatcroft, 38enne di Indiana (Pennsylvania), con due vittorie nel Web.com Tour, il secondo circuito statunitense, ha realizzato due eagle, insieme a cinque birdie e a due bogey. Andrew Loupe, 28enne di Baton Rouge (Louisiana), a segno una volta sul Web.com Tour, ha fatto percorso netto con sette birdie.

Francesco Molinari è partito dalla buca 10 con un bogey, lo ha pareggiato con un birdie alla 15ª (la sesta giocata) e poi ha tenuto una condotta piuttosto prudente fino al termine concludendo le altre 12 buche in par.

Rory McIlroy, anch’egli al via dalla 10ª, è giunto al giro di boa con un pesante 40 (+4) sullo score, per due bogey e un doppio bogey, ma ha ben reagito nel rientro con quattro birdie, contro un bogey.

“Ho avuto problemi – ha detto – con lo swing nella prima parte e ho perso quattro colpi. Allora mi son detto che avrei dovuto giocare con un po’ più di libertà, pensando meno alla tecnica, e le cose sono migliorate. Ho bisogno di andare in campo pratica e capire perché i miei colpi tendevano ad andare a sinistra”.

  • Thomas Bjorn è il nuovo capitano europeo
  • Pierfrancesco De Col "Gioco sempre tranne lunedi e giovedi" #VideoGolf
  • Tiger: due settimane di pausa per trovare i bastoni perfetti