The Presidents Cup - Round One

La prima giornata della Presidents Cup, sfida biennale tra la selezione statunitense e quella dei giocatori “Internazionali” è stata dominata dagli atleti a stelle e strisce.

president-cup-day1

Gli Stati Uniti si sono portati subito in vantaggio per 4-1 sull’International Team nella prima giornata della Presidents Cup, che si sta svolgendo sul percorso del Jack Nicklaus GC Korea, a Incheon City in Corea. La squadra americana, affidata a Jay Haas con assistenti Fred Couples, Davis Love III e Steve Stricker, sembra aver posto le basi per conquistare quella che sarebbe la nona vittoria in undici edizioni (contro un pari e una sconfitta), ma per la compagine diretta da Nick Price dello Zimbabwe, con il coreano K.J. Choi vice capitano e con assistenti il sudafricano Tony Johnstone e Mark McNulty, ex Zimbabwe e ora sotto bandiera irlandese, ci sono ancora 25 match per ribaltare la situazione.

Nei cinque foursomes del turno iniziale l’unico punto degli Internazionali è stato siglato dai sudafricani Louis Oosthuizen/Branden Grace i quali hanno avuto ragione di Matt Kuchar/Patrick Reed (3/2). Gli statunitensi sono stati in partita per sole otto buche poi hanno ceduto il passo agli avversari che hanno praticamente saldato il conto con un 3 up alla buca 12.

Gli altri quattro incontri hanno avuto tutti un denominatore comune con gli statunitensi rapidamente avanti e con i loro antagonisti tesi a un vano inseguimento. Jordan Spieth/Dustin Johnson hanno subito messo in difficoltà il neozelandese Danny Lee e l’australiano Marc Leishman con un 2 up in avvio rimanendo poi in assoluto controllo (4/3). Ancora più netta la superiorità di Rickie Fowler/Jimmy Walker nei confronti dell’indiano Anirban Lahiri e del thailandese Thongchai Jaidee (5/4) e match praticamente chiuso sul 4 up all’11ª buca. Partenza sprint di Bubba Watson/J.B. Holmes contro l’australiano Adam Scott e il giapponese Hideki Matsuyama e sostanzialmente decisivo il 3 up dopo cinque buche (3/2).

Phil Mickelson/Zach Johnson hanno sconfitto per 2 up gli australiani Jason Day/Steven Bowditch, ma

sono stati costretti ad arrivare fino alla 18ª buca, per la bella reazione dei due Internazionali che, 2 down alla 16ª, hanno provato a pareggiare il match. Accorciate le distanze alla 17ª, hanno segnato un birdie alla 18ª, ma gli statunitensi hanno replicato con un eagle.

  • Intervista a Thomas Bjorn capitano europeo Ryder Cup 2018 #VideoGolf
  • Golf Today ha svelato i suoi progetti alla Friends Cup #VideoGolf
  • Thomas Bjorn è il nuovo capitano europeo