0013MD

Sabato 30 luglio, in un contesto naturalistico e paesaggistico unico al mondo, ai piedi del Monte Cervino, si è svolta la quarta tappa del Circuito “Pommery Golf Cup” giunto alla sua terza edizione.

Ad ospitare questo “altissimo” appuntamento, il prestigioso Golf Club del Cervino, uno dei percorsi più importanti di tutto l’arco alpino. Realizzato da Donald Harradine nei primi anni cinquanta, è uno dei campi più alti d’Europa e offre al giocatore un panorama spettacolare al cospetto dell’immagine abbagliante della Gran Becca, che riempie gli occhi ed il cuore.

Tecnicamente delicato, il percorso è un PAR 69 di 5.303 metri che si snoda a fianco del torrente Marmore, in prossimità del centro abitato di Breuil-Cervinia.

Il Circuito “Pommery Golf Cup” non è una semplice gara ma un happening deluxe che raggiunge i migliori club italiani e che si concluderà l’8 ottobre con la finale presso l’Argentario Golf Resort & Spa.

Durante tutte le tappe è presente un villaggio che ospita le aziende partner del circuito, selezionate per la loro affinità al concetto del lusso associato al benessere, tra cui prestigiosi marchi come Air France, Estée Lauder, la Rinascente, Unopiú e AEG che illustra le tecnologie di cottura più innovative con una vera e propria cucina allestita per l’occasione.

Durante l’appuntamento al Cervino, un geniale Marcello Trentini Chef JRE e imprenditore del Ristorante Magorabin di Torino, ha deliziato gli ospiti del villaggio con le sue sperimentazioni e creazioni culinarie.

Al termine dell’avvincente gara a coppie, giocatori e ospiti sono stati invitati a raggiungere il magico Hotel Hermitage, dimora Relais & Châteux, per la premiazione ed il cocktail.

Un luogo incantato dove il legno e la pietra si fondono con il comfort, il calore e il gusto dell’accoglienza che porta con sé il sapore dell’autentica tradizione di montagna. Lo spirito dell’Hotel Hermitage si percepisce nell’eleganza dell’ospitalità, si manifesta in un trattamento attento e premuroso volto alla ricerca del benessere e si fonde con il savoir-faire e la raffinatezza degli champagne della Maison Vranken-Pommery, protagonisti dei momenti di convivialità e simbolo dell’art du bien-vivre.

In questa atmosfera unica, l’Amministratore Delegato di Vranken-Pommery Italia, Mimma Posca, ha premiato la coppia vincitrice del torneo formata da Federico e Filippo Maquignaz.

Primi classificati per il netto la coppia formata da Luca Piccinini e Massimo Bacchelli. Seconda classificata la coppia con Marco Lucat e Marco Henriod. Terzi classificati Pietro Valsecchi e Danilo Garin. Prima coppia mista a Leo Fasce e Virginia Marini.

A seguire non poteva mancare un brindisi con l’ultima creazione della prestigiosa Maison francese, il Royal Blue Sky, Pommery sur glace: un modo tutto nuovo e diverso di degustare Champagne.

Questo champagne è un nuovo universo, aperto alle esperienze, pronto a scegliere le sue abitudini di consumo in libertà ed è racchiuso in una meravigliosa bottiglia azzurro cielo, come quello abbagliante e luminoso che incornicia le Alpi e il Cervino.

L’universo legato al golf rappresenta l’esaltazione massima di uno stile di vita dedicato alle regole del buon vivere, al fair play, all’attenzione verso i minimi dettagli, alla riflessione e alla ricerca di sé stessi in un contesto di raffinata tranquillità, dove mente e corpo si esaltano attraverso il contatto con la natura. Il Golf è uno sport che invita alla meditazione e che contribuisce al benessere globale: la nota sinuosa ed elegante che solo un brand come Champagne Pommery può racchiudere.

Federico e Filippo Maquignaz premiati da Mimma Posca, AD Vranken-Pommery Italia

  • La sacca di Romain Langasque #VideoGolf
  • Il team USA e le magliette a sorpresa "Make Tiger Great Again"
  • Mi sono arrivate le novita' in negozio #VideoGolf