di Nitto 2

Ultimo atto dell’Alps Tour 2015. Sul percorso del Caesarea Golf Club, a Caesarea, si disputa l’Edmond De Rothschild Israel Masters (23-25 ottobre), prima gara pro in Israele al termine della quale verranno assegnate le cinque “carte” per il Challenge Tour 2016 ai primi classificati nell’ordine di merito.

Sono in corsa per cambiare circuito Andrea Maestroni, sesto nella money list con un ritardo di 719 punti dal quinto, il francese Matthieu Pavon, ed Enrico Di Nitto, decimo, a 4.013 punti dalla zona dei cinque eletti. I due italiani saranno in campo insieme ad Andrea Bolognesi, Corrado De Stefani, Joon Kim, Nunzio Lombardi, Federico Maccario, Gregory Molteni, Leonardo Motta, Valerio Pelliccia, Stefano Pitoni, Lorenzo Scotto, Cristiano Terragni e ad Aron Zemmer, impegnati quanto meno per confermare la ‘carta’ per l’Alps Tour 2016 e con la migliore categoria possibile.

Nel field tutti i migliori con l’olandese Darius Van Driel teso a mantenere la leadership nell’ordine di merito, e con l’inglese Josh Loughrey, il francese Damien Perrier, l’altro inglese Harry Casey e il citato Pavon, che lo seguono, ben decisi a conservare la posizione acquisita. In lotta, oltre a Maestroni e a Di Nitto, anche gli iberici Toni Ferrer (7° OM), e Gerard Piris (8°) e l’inglese Matt Wallace (9°).

  • Golf Today ha svelato i suoi progetti alla Friends Cup #VideoGolf
  • Thomas Bjorn è il nuovo capitano europeo
  • Pierfrancesco De Col "Gioco sempre tranne lunedi e giovedi" #VideoGolf