Di nitto 2

L’Alps Tour riprende il suo cammino, dopo la pausa estiva, con il Castello Tolcinasco Open (24 – 26 agosto), sesto evento del Progetto Ryder Cup 2022, che riporta il grande golf internazionale nel club di Pieve Emanuele (MI) dopo cinque edizioni dell’Open d’Italia (2004-2008), una nel 2006 vinta da Francesco Molinari.

Saranno presenti i migliori protagonisti dell’Alps Tour, compresi nove giocatori tra i top ten dell’ordine di merito e quasi tutti i vincitori stagionali. Si fanno preferire nelle previsioni della vigilia i francesi Franck Daux, Leo Lespinasse e Victor Perez, lo spagnolo David Morago, l’austriaco Robin Goger e l’inglese Andrew Cooley. Tra gli italiani stanno attraversando un buon momento Stefano Pitoni, Enrico Di Nitto, quasi sempre tra i top ten, Federico Maccario e Aron Zemmer, tutti in predicato di potersi assicurare una delle ‘carte’ per il Challenge Tour 2017, che spetteranno ai primi cinque classificati nella money list.

La gara si disputa sulla distanza di 54 buche con taglio dopo 36 che promuoverà all’ultimo turno i primi 40 classificati e i pari merito al 40° posto. Il montepremi è di 40.000 euro con prima moneta di 5.800 euro. Il percorso inaugurato nel 1993, il club dispone di 27 buche (che originano tre percorsi da campionato) e di nove buche executive. I tracciati si sviluppano intorno a un imponente Castello del XVI secolo e alla sua antica corte, che danno al circolo un’impronta inconfondibile. Progettate da Arnold Palmer, uno dei più grandi giocatori di tutti i tempi, le buche garantiscono un gioco interessante a golfisti di qualsiasi handicap, ma nel contempo sono un ottimo test per i professionisti.

  • La sacca di Romain Langasque #VideoGolf
  • Il team USA e le magliette a sorpresa "Make Tiger Great Again"
  • Mi sono arrivate le novita' in negozio #VideoGolf