winner girl

Le Girls azzurre hanno ottenuto la medaglia d’oro nel Campionato Europeo di categoria. Si sono classificati al quarto posto i team azzurri dei Boys e degli Amateur in una rassegna continentale dove l’Italia ha raccolto un risultato straordinario, perché è stata l’unica nazione a portare tre squadre in semifinale. Le Girls hanno dato, inoltre, un grande segno di continuità perché avevano ottenuto l’argento nei due anni precedenti, ma complessivamente è stata una probante conferma che il vivaio azzurro è sempre più rigoglioso in ogni fascia d’età e l’Italia continua a stupire nel continente per i risultati ottenuti e per la qualità che sa esprimere.

EUROPEAN GIRLS TEAM CHAMPIONSHIP: Le Girls azzurre hanno battuto in finale la Svezia 4,5-2,5 e hanno vinto con pieno merito l’European Girls Team Championship, dominato sin dalla qualificazione medal. Ancora una volta i doppio azzurri sono risultati imbattibili (sei punti su sei) e hanno portato l’Italia sul 2-0. Angelica Moresco(Alessia Nobilio hanno avuto ragione di Linn Grant/Frida Kinhult (4/3) e Clara Manzalini/Emilie Alba Paltrinieri hanno avuto la meglio per 3/2 su Beatrice Wallin/Sara Kjellker. Nei singoli Emilie Alba Paltrinieri ha portato il terzo punto (3/2 su Amanda Linner), e il quarto lo ha firmato Alessia Nobilio (2 up su Frida Kinhult). Pari tra Caterina Don e Linn Grant, mentre le svedesi hanno vinto due incontri (gli unici persi dalle azzurre nei match play) con Beatrice Wallin (3/2 su Alessandra Fanali) e con Maja Stark (alla 19ª su Angelica Moresco).

EUROPEAN BOYS TEAM CHAMPIONSHIP: La Francia ha conquistato l’European Boys Team Championship superando la Germania per 5,5-1,5 sul percorso del Diamond Golf Club (par 72), ad Atzenbrugg in Austria, dove i Boys azzurri sono terminati al quarto posto sconfitti di misura dalla Danimarca per 4/3. Le cose erano cominciate bene per gli italiani in vantaggio per 2-0 dopo i doppi con i successi di Jacopo Albertoni/Andrea Romano (2/1 su Victor Bjorlow/Rasmus Hojgaard) e di Julien Paltrinieri/Giovanni Manzoni (2/1 su Soren Broholt-Lind/Rasmus Neergaard-Petersen). Nei singoli la decisa reazione danese con Gustav Frimoodt (4/2 su Jacopo Albertoni), Rasmus Neergaard-Petersen (1 up su Giovanni Manzoni), Rasmus Hojgaard (2/1 su Massimiliano Campigli) e con Soren Broholt-Lind (3/2 su Andrea Romano). Terzo vano punto azzurro con Julian Paltrinieri (5/4 su Victor Bjorlow). Senza storia il match per il titolo, con la Francia che si è assicurata i due punti del doppio e poi dopo gli altri due punti ottenuti nel singoli è stata data a parità nei tre rimanenti e ininfluenti incontri. Nella qualifica l’Italia è terminata terza con 751 colpi (364 387, +31) alle spalle di Germania (746 – 371 375, +26) e Francia (750, +30). Negli primi due incontri a eliminazione diretta l’Italia ha prima vinto con la Finlandia (4,5/2,5) e poi ha ceduto con con la Francia per 4,5-2,5.

EUROPEAN AMATEUR TEAM CHAMPIONSHIP: La Scozia ha battuto in finale la Svezia per 5-2 e si è imposta per il secondo anno consecutivo nell’European Amateur Team Championship sul tracciato dello Chantilly Golf Club (par 71), a Chantilly in Francia. Per la medaglia di bronzo la Danimarca ha superato l’Italia per 4,5-2,5 in un incontro in cui i danese hanno fatto valere la loro miglior condizione nei singoli. I doppi sono terminati in parità con i punti di John Axelsen/Peter Launer Baek (3/2 su Guido Migliozzi/Stefano Mazzoli) e di Federico Zucchetti/Lorenzo Scalise (2/1 su Jonathan Goth Rasmussen/Emil Sogaard). Nei singoli i danesi hanno conquistato il bronzo con John Axelsen (5/3 su Guido Migliozzi), Peter Launer Baek (alla 19ª su Luca Cianchetti) e con Marcus Helligkilde (5/4 su Jacopo Vecchi). Punto azzurro con Stefano Mazzoli (6/5 su Jonathan Goth Rasmussen) e parità tra Lorenzo Scalise e Emil Sogaard. La Scozia ha espresso la sua superiorità sugli svedesi con tre vittorie nei singoli dopo la parità nei doppi.

  • GOLFTODAY FRIENDS CUP
    30 Novembre 2016
    GC Carimate #FotoGallery
  • I mitici vincitori dei Match Play dell'Emilia Romagna #VideoGolf
  • Jim Furyk prossimo capitano americano?