baby-maschili

 

È la culla dei nuovi talenti del golf, del futuro del nostro sport: il campionato nazionale baby maschile ha fatto tappa quest’anno al golf club Miglianico, da sempre impegnato nella crescita dei giovani golfisti. I piccoli campioni si sono sfidati per 36 buche, con impegno, sorrisi e tanto divertimento. Piccoli è vero, ma solo per l’età, perché i colpi sfoggiati, il comportamento in campo e i risultati del leaderboard sono quelli dei campioni più grandi. I lunghi fairway di Miglianico e i suoi difficili green non hanno impensierito i baby, anzi. A dimostrarlo sono gli score, già dal primo giro: ma il 71 di Flavio Michetti è quello che risalta più di tutti, uno score pazzesco che ha giustamente portato il giovane del Conero in testa alla classifica. Flavio ha poi dominato la gara, conscio del suo potenziale e, fin dall’inizio, della possibilità di vincere. Ha chiuso il secondo giro in 75, mantenendo a debita distanza l’amico Matteo Santopadre, e conquistando la medaglia d’oro. Il suo gioco è stato armonioso, perfetto, così come la sportività verso i suoi amici-avversari. Non è mai mancato il pugnetto, schiacciato contro quello dell’amico, ogni volta che questo faceva un bel colpo. E se gli chiedevi perché lo facesse, ti rispondeva che era per festeggiare qualcosa di bello. Perché i baby, sono così. Il futuro, che trasforma il golf in spensieratezza e in una grande festa davvero per tutti.

  • La sacca di Romain Langasque #VideoGolf
  • Il team USA e le magliette a sorpresa "Make Tiger Great Again"
  • Mi sono arrivate le novita' in negozio #VideoGolf