DeCol_esulta2

 

È il palcoscenico perfetto del Golf Club Modena a mettere in scena l’ambito Trofeo Nazionale Ragazzi. Il Marazza è da sempre un appuntamento imperdibile per i giovani amateur, che riescono a portare ogni volta in campo un gioco da campioni, nonostante la giovane età. Il percorso di Modena ha saputo tenere alto il livello di gioco per tutti i giri di gara, accogliendo egregiamente nella giornata finale di 36 buche, i quaranta ragazzi rimasti in campo dopo il taglio.

36 buche emozionanti, che hanno visto svolgersi un vero e proprio matchplay tra Gregorio Alibrandi del golf club Olgiata e Massimiliano Campigli del golf club Torino. Max, secondo a Greg dopo i primi due giri, si è portato in testa con un solo colpo di vantaggio e ancora 18 buche da giocare. A quel punto il gioco è entrato nel vivo, con colpi magistrali da far invidia anche ai più grandi campioni. Un botta e risposta continuo. Fino alla 36esima buca finale, quando era ancora tutto da decidere e con il caldo e la stanchezza a farla ormai da padroni. E accade qui l’imprevedibile. Gregorio è in vantaggio di un colpo su Massimiliano ed entrambi tirano il tee shot del par 5 in out. Max, costretto dalla penalità, tenta il tutto per tutto e attacca il green conquistandolo con un colpo strepitoso. Greg invece si salva: trova la prima palla tra i cespugli e decide di giocare così in sicurezza… forse ignaro di quanto sia già accaduto.

In clubhouse, ad aspettare quasi incredulo c’è Pier Francesco De Col del golf club Royal Park, autore di una prima strepitosa rimonta durante il terzo giro e di una seconda altrettanto formidabile durante le ultime 18 buche. Pier Francesco si è portato in testa con uno score totale in par. Solo un bogey di Gregorio alla 18 potrebbe rimettere tutto in discussione con il playoff. Ma il bogey non arriva, per colpa di tre putt. La vittoria passa così direttamente nelle mani del giovane campione di Royal Park.

Una vittoria incredibile e inaspettata, che Pier Francesco ha meritato, segno che nel golf non bisogna mai mollare. Ma la cosa ancor più incredibile siete voi ragazzi, tutti voi. Sapete sempre mettere in campo un gioco perfetto e pulito, sorridendo nonostante le sconfitte e trasmettendo a tutti coloro che vi seguono la grande passione che vi muove.

Continuate così, il golf italiano sta crescendo anche e soprattutto grazie a voi.

  • Thomas Bjorn è il nuovo capitano europeo
  • Pierfrancesco De Col "Gioco sempre tranne lunedi e giovedi" #VideoGolf
  • Tiger: due settimane di pausa per trovare i bastoni perfetti