592311667CH00175_THE_PLAYER

Il secondo giro del The Players Championship è stato sospeso per oscurità, ma è continuata la marcia imperiosa di Jason Day, numero uno mondiale, fermato dopo 14 buche sul “meno 14”, con un “meno 5” di giornata, e Francesco Molinari ha dato seguito al suo bel primo turno portandosi dal settimo al sesto posto della classifica provvisoria con 135 (66 69, -9) colpi.

Allo Stadium Course (par 72) del TPC Sawgrass, a Ponte Vedra Beach in Florida, Day ha lasciato a tre colpi l’irlandese Shane Lowry (133, -11), che essendo arrivato  in club house rischia un ritardo ancora maggiore. Tra i concorrenti che hanno concluso sono al terzo posto con 134 (-10) Cameron Tringale, il tedesco Alex Cejka e lo svedese Jonas Blixt e al sesto, alla pari con Molinari, anche Boo Weekley, Colt Knost, Jerry Kelly e Gary Woodland.

Ha effettuato un gran recupero il nordirlandese Rory McIlroy, numero tre del world ranking, da 83° a 12° con 136 (72 64, -8) grazie a un 64 (-8) al momento miglior punteggio del turno, e sono risaliti pure lo spagnolo Sergio Garcia (da 83°) e l’australiano Adam Scott (da 103°), 22.i con 138 (-6), rispettivamente dopo un 66 (-6) e un 65 (-7). Sono subito dietro Keegan Bradley, l’inglese Justin Rose, il giapponese Hideki Matsuyama e i sudafricani Ernie Els e Louis Oosthuizen, 33.i con 139 (-5), Bubba Watson e Dustin Johnson, 48.i con 140 (-4).

E’ al momento sulla linea del taglio il nordirlandese Graeme McDowell, 65° con 142 (-2), e sono oltre Rickie Fowler, campione uscente, e l’inglese Danny Willett, 75.i con 143 (-1), il cui destino ora dipende dagli altri. Hanno lo stesso “meno 1”, ma ancora possibilità di rimediare, Phil Mickelson, con due buche a disposizione, e Jordan Spieth, numero due mondiale, che ne ha quattro. Nulla da fare per lo svedese Henrik Stenson, 133° con “+6” alla 16ª buca.

Jason Day, dopo i nove birdie del giro iniziale (63, -9) ne ha messi a segno altri cinque, ancora senza bogey. Rory McIlroy ha operato il suo forcing con un eagle, sette birdie e un bogey.

Francesco Molinari ha continuato nella sua tattica abbastanza aggressiva su un percorso adatto alle sue caratteristiche e dove si trova perfettamente a proprio agio, come ha sottolineato dopo il 66 (-6) del primo giro. Nel suo score cinque birdie e due bogey. Nel 2014 si è classificato sesto.

Il montepremi della gara è di 10,5 milioni di dollari, il più alto in assoluto e  supera di mezzo milione di dollari quelli dei major. E anche il primo classificato riceverà una cifra superiore a ogni altra gara, ben 1.890.000 dollari.

  • Thomas Bjorn è il nuovo capitano europeo
  • Pierfrancesco De Col "Gioco sempre tranne lunedi e giovedi" #VideoGolf
  • Tiger: due settimane di pausa per trovare i bastoni perfetti