Miriam Lee

Al CordeValle Golf Club di San Martin in California ha preso il via l’U.S. Women’s Open, terzo major stagionale femminile con la partecipazione di quasi tutte le migliori proettes del mondo. Con 64 colpi (-8) la coreana Miriam Lee e’ in vetta con tre colpi di vantaggio sula statunitense Cristie Kerr, la neozelandese Minjee Lee e la connazionale Amy Yang.

Partenza falsa per la neozelandese Lydia Ko, numero uno del Rolex Ranking e vincitrice dell’ANA Ispitation, il primo major dell’anno, che dopo 18 buche e’ al 52º posto con 73 colpi (+1), ma peggio di lei la sua rivale, la canadese Brooke M. Henderson, numero due e a segno nel secondo, il KPMG Championship, con un esordio al 106º posto con 76 colpi (+4).

In assenza della coreana Inbee Park, numero tre della graduatoria mondiale, ancora infortunata, non ne approfitta Lexi Thompson, numero quattro mondiale, che si trova 67ª con 74 colpi (+2) e a riscio taglio. E’ in quinta posizione la svedese Anna Nordqvist (68, -4) insieme a Brittany Lang e Kelly Tan, mentre in ottava con 69 colpi (-3) ci sono la thailandese Moriya Jutanugarn, la coreana Eun-Hee Ji e l’americana Sydnee Michaels. Il montepremi è di 4.500.000 dollari, il più ricco in assoluto nel LPGA Tour e su qualsiasi circuito femminile.

  • GOLFTODAY FRIENDS CUP
    30 Novembre 2016
    GC Carimate #FotoGallery
  • I mitici vincitori dei Match Play dell'Emilia Romagna #VideoGolf
  • Jim Furyk prossimo capitano americano?