riviera

Olimpiadi. 2024. Sono le due parole chiave, che si susseguono in questi giorni sul Web e soprattutto sui Social. Il motivo è chiaro a tutti, perché se si accosta ad esse anche “Roma”, ecco che le discussioni pro e contro Olimpiadi si infuocano. Del resto è spesso stato così, da Guelfi contro Ghibellini, a Interventisti contro Neutralisti, a Monarchici contro Repubblicani a sì-Expo contro no- Expo. E ora anche le Olimpiadi.

E’ difficile certo essere tutti d’accordo e non entriamo qui nel merito di un no verso l’evento sportivo più importante e seguito al mondo: se si pensa che Roma ospiterà i Campionati Europei di Calcio nel 2020 e la Ryder Cup nel 2022, oltre all’amarezza, vien subito da pensare che a quelle Olimpiadi, ci sarebbe stato probabilmente la terza consecutiva presenza del Golf ai Giochi. E considerando la Ryder di due anni prima, quale importante e ghiotta continuità per la stessa crescita di questo sport nel nostro paese!

Ma se Roma e l’Italia rinunciano, non rinunciano gli Stati Uniti, che dimostrano come sempre unità e forza. Sì, ad onor del vero in parte hanno rinunciato, ritirando la candidatura di Boston. Ma hanno un’altra città altrettanto e forse più attrezzata, pronta a soffiare il primato a Parigi e a Budapest. Los Angeles ci proverà di nuovo, dopo ben 92 anni dalla prima Olimpiade del 1932.

Con la città degli Angeli e del cinema, ci sarà anche uno dei percorsi più famosi del PGA Tour. Se nel progetto originario doveva esserci il Wilson Golf Course a Griffith Park, ora secondo il L.A. Times Record, la proposta includerebbe il Riviera Country Club. È conosciuto come ‘Hogan’s Alley’, per i successi che il grande Ben Hogan ha registrato proprio su questo percorso, tre Los Angeles Open e uno US Open nel 1948. Dal 1926 ospita ogni anno quello che dal 2017 si chiamerà Genesis Open (il vecchio Northern Trust Open) e sui suoi fairways si sono svolti ben tre Major Championship, l’ultimo dei quali il PGA Championship nel 1995.

Il prossimo anno si svolgerà lo US Amateur e sempre nel 2017, a settembre, si deciderà chi avrà l’onore di ospitare i giochi del 2024. Un anno importante per lo stesso golf. Sempre a settembre, il Comitato Olimpico Internazionale prenderà una decisione sul nostro amato sport: se continuerà ad esserci anche dopo il 2020 di Tokyo, uniche Olimpiadi per ora con presenza certa.

“Siamo onorati ed elettrizzati per essere stati scelti come percorso nella candidatura di Los Angeles alle Olimpiadi del 2024. Sarà un’occasione unica per ospitare i campioni più forti al mondo”, ha affermato Michael R. Yamaki, club’s corporate officer.

E Los Angeles di chance per vincere ne ha eccome, proprio grazie al ritiro di Roma. Speriamo almeno, vista l’amarezza che accompagna alcuni amanti dello sport in questi giorni, che il golf continui a far parte dei Giochi Olimpici!

  • Thomas Bjorn è il nuovo capitano europeo
  • Pierfrancesco De Col "Gioco sempre tranne lunedi e giovedi" #VideoGolf
  • Tiger: due settimane di pausa per trovare i bastoni perfetti