PSYCO_23_PERCHE-RIVOLGERSI-AD-UNO-PSICOLOGO-DEL-GOLF_500

 

La prestazione golfistica, come tutti sappiamo, si costruisce nel tempo attraverso l’allenamento e la cura di quattro componenti fondamentali: preparazione tecnica, tattica, atletica e mentale.

La psicologia dello sport si occupa proprio di quest’ultima componente ed ha come obiettivo il MIGLIORAMENTO DELLA PERFORMANCE sportiva e la PROMOZIONE DEL BENESSERE del golfista (neofita o professionista, bambino, adolescente o adulto, con un hcp alto o molto basso), supportandolo nel vivere al meglio la sua passione, nonostante le eventuali difficoltà.

Un intervento di preparazione mentale può essere il frutto di bisogni molteplici, ecco alcuni esempi: ansia pre-gara, cali motivazionali, difficoltà nella gestione di momenti specifici della competizione (ad esempio: attivazione emotiva eccessiva, errori difficili da dimenticare), problemi di concentrazione, ottime prestazioni in allenamento e difficoltà marcate ed apparentemente inspiegabili in gara, recupero post-infortunio, difficoltà all’interno del rapporto atleta-allenatore-genitore.

Tra i principali interventi che uno psicologo dello sport può strutturare, si possono identificare percorsi individuali con ATLETI, amatoriali, agonisti o professionisti, costruiti ad hoc sulla base delle esigenze del singolo,  oppure in gruppi di preparazione mentale, che garantiscono una maggiore condivisione delle esperienze. Lo psicologo dello sport si rivolge inoltre ai GENITORI sia nell’ottica di un supporto personale nella gestione del rapporto con il figlio-atleta, sia attraverso la strutturazione di incontri tematici di gruppo relativi ad argomenti di interesse. Infine possono essere realizzati interventi di coach the coach rivolti ai MAESTRI.

  • GOLFTODAY FRIENDS CUP
    30 Novembre 2016
    GC Carimate #FotoGallery
  • I mitici vincitori dei Match Play dell'Emilia Romagna #VideoGolf
  • Jim Furyk prossimo capitano americano?