I giocatori italiani continuano ad essere protagonisti nello Stage 1/Section D della Qualifying School dell’European Tour, che si sta svolgendo sul percorso del Circolo Golf Bogogno (par 72), dove al termine saranno ammessi allo Stage 2 i primi 23 classificati e i pari merito al 23° posto. A metà cammino sono 12 gli azzurri che si trovano entro il limite di qualifica.
Ha perso la leadership il dilettante Michele Ortolani, che comunque è al secondo posto con 137 colpi (66 71, -7) insieme a Francesco Testa (68 69) e a Filippo Bergamaschi (69 68), che hanno un colpo di ritardo dal nuovo leader, lo svizzero Luca Galliano (136 – 67 69, -8). Al quinto posto Francesco Laporta con 138 (70 68, -6) alla pari con lo svedese Per Langfors e con l’amateur spagnolo Mario Galiano.
Sono in zona qualifica anche Alessandro Grammatica, nono con 140 (67 73, -4), Nunzio Lombardi, 13° con 141 (68 73, -3), Cristiano Terragni (70 72) e Andrea Perrino (70 72) 16.i.e con 142 (-2), Enrico Di Nitto (73 70), Federico Maccario (70 73) e i dilettanti Gianmaria Rean Trinchero (73 70) e Jacopo Vecchi Fossa (70 73), 22.i con 143 (-1). Hanno possibilità di rientrare Joon Kim, 32° con 144 (par), Nicolò Gaggero e i due amateur Michele Cea e Carlo Casalegno, 37.i con 145 (+1), Gregory Molteni e Federico Colombo, 50.i con 146 (+2).
Nell’altra gara dello Stage 1/Section D, che si sta disputando sul tracciato del Frilford Heath Red (par 72), ad Abingdon in Inghilterra, dove i promossi saranno i primi 22 e i pari merito al 22° posto, Valerio Pelliccia è 53° con 150 (74 76, +6), mentre è stato squalificato Federico Elli. In vetta con 137 (67 70, -7) lo svedese Anton Karlsson.

  • Thomas Bjorn è il nuovo capitano europeo
  • Pierfrancesco De Col "Gioco sempre tranne lunedi e giovedi" #VideoGolf
  • Tiger: due settimane di pausa per trovare i bastoni perfetti