Paratore2

Renato Paratore, da 34° a 80° con 145 (70 75, +1) colpi, ha concluso al taglio la sua prima esperienza nel PGA Tour. Nel Puerto Rico Open che si sta disputando al Coco Beach Golf & CC (par 72) di Rio Grande a Portorico, è rimasto al comando con 135 (64 71, -9) il giocatore di casa Rafael Campos, che ha mantenuto il colpo di vantaggio su George McNeill (136 – 65 71, -8).

Ha fatto un gran balzo dal 52° al terzo posto con 137 (-7), grazie a un 66 (-6), l’inglese Ian Poulter, affiancato da Kyle Reifers, Steve Marino, Bronson  Burgoon, Mark Hubbard, Will MacKenzie e dal tedesco Alex Cejka.

Al decimo con 138 (-6) l’australiano Aaron Baddeley e lo svedese Freddie Jacobson, al 15° con 139 (-5) il canadese Graham DeLaet e al 40° con 142 (-2) David Toms, Ricky Barnes, l’inglese Luke Donald, il sudafricano Retief Goosen e lo zimbabwese Brendon de Jonge. Out John Daly, 71° con 144 (par) e fuori per un colpo.

Rafael Campos, 28enne di San Juan, si è messo in evidenza lo scorso anno nel PGA Tour Latino America con sei top ten. Ha iniziato la gara realizzando con un 64 (-8 con otto birdie), score più basso del primo giro nella storia del torneo, e ha difeso la posizione con un 71 (-1) segnando tre birdie e due bogey.

Per Renato Paratore, al via dalla 10ª, cammino subito in salita con due bogey in quattro buche, divenuti tre alla decima giocata. Due birdie lo hanno rimesso in carreggiata, ma un bogey e un doppio bogey hanno annullato le due speranze e non è servito il birdie sul penultimo green (75, +3). Indipendentemente dalla conclusione amara, per il romano è stata sicuramente un’esperienza formativa.

Il Puerto Rico Open, per il quale Paratore ha avuto un invito, è una delle gare che hanno un montepremi piuttosto basso rispetto allo standard del circuito (comunque pur sempre tre milioni di dollari con prima moneta di 540.000 dollari), ma che hanno il pregio di far svolgere attività anche ai membri del tour che sono esclusi dai grandi tornei internazionali (in questo caso il WGC-Dell Match Play).

paratore_score

  • Thomas Bjorn è il nuovo capitano europeo
  • Pierfrancesco De Col "Gioco sempre tranne lunedi e giovedi" #VideoGolf
  • Tiger: due settimane di pausa per trovare i bastoni perfetti