D+D Real Czech Masters - Day One

Paratore, 107° nella money list prima della gara, ha salvato la ‘carta’ con il 110° posto nell’ordine di merito (E 251.218), l’ultimo utile per evitare la Qualifying School. E’ stato un finale al brivido, perché è rinvenuto inattesamente dalle retrovie Ben Evans che con un 65 (-5) si è portato in undicesima posizione. Essendo in compagnia di Kawamura, non gli bastava per superare il romano, ma due bogey di fila di Ford, che per recuperare la ‘carta’ doveva arrivare proprio entro l’11° posto(in caso da solo) hanno rimesso in corsa Evans che si è trovato al decimo, con lo stesso Ford e con Kawamura. A quel punto Paratore era fuori, superato sia da Ford che da Evans, oltre che da Paisley, al quale, 108° in OM ad appena 103 euro dietro il romano, era sufficiente superare il taglio per stare al sicuro, cosa che ha fatto, e dal thailandese Prom Meesawat, 29° come Poulter, che non doveva scendere sotto la 41ª piazza. Ford, però, alla buca 17 ha realizzato un birdie che ha messo fuori gioco il suo connazionale e che ha ridato la ‘carta’ a Paratore.

  • Pierfrancesco De Col "Gioco sempre tranne lunedi e giovedi" #VideoGolf
  • Tiger: due settimane di pausa per trovare i bastoni perfetti
  • La sacca di Romain Langasque #VideoGolf