Kiradech Aphibarnrat

Un violento acquazzone ha reso impraticabile il percorso del Golf Club Gut Laerchenhof (par 72), a Pulheim in Germania, e il terzo giro del BMW International Open (European Tour) è stato sospeso quando venti dei 71 giocatori rimasti in gara non erano neanche scesi in campo e con tre soli degli altri che hanno completato il turno. Non si sono mossi dalla club house i primi nove della graduatoria e pertanto si riprenderà con il francese Raphael Jacquelin (65 68), lo svedese Henrik Stenson (68 65) e con il thailandese Kiradech Aphibarnrat (69 64) in vetta con 133 (-11), con il danese Thorbjorn Olesen, quarto con 134 (-10), con il sudafricano Zander Lombard, quinto con 135 (-9), e con lo spagnolo Pablo Larrazabal, campione uscente, l’olandese Joost Luiten, il cileno Felipe Aguilar e con il sudafricano Darren Fichardt  sesti con 137 (-7).

Non è partito nemmeno Matteo Manassero, rimasto in 15ª posizione con 139 (72 67, -5) dove è stato raggiunto da Francesco Laporta, che ha risalito la classifica di 16 gradini con due birdie nelle cinque buche giocate e che può ulteriormente migliorare ii “meno 5” avendone a disposizione altre tredici. Sostanzialmente stabile Nino Bertasio, 34° con “meno 3”, uscito dal campo dopo sei buche in par, e si trova al 62° posto con “+1” Edoardo Molinari (13 buche con tre birdie e cinque bogey). Ha mancato il taglio per il terzo torneo consecutivo Renato Paratore, 133° con 150 (76 74, +6).

La gara verrà ripresa di buon mattino, alle ore 7,30, con la speranza di un tempo migliore per poter concludere anche il quarto turno. Il montepremi è di 2.000.000 di euro.

  • La sacca di Romain Langasque #VideoGolf
  • Il team USA e le magliette a sorpresa "Make Tiger Great Again"
  • Mi sono arrivate le novita' in negozio #VideoGolf