jordan spieth

E alla fine ha vinto Jordan. Spieth è stato infatti nominato PGA Tour Player of the Year nonostante l’ultima escalation del suo “rivale” Jason Day. “È stata una stagione memorabile. Ed è un onore vincere questo riconoscimento perché sono stato votato dai giocatori”, ha commentato il 22enne di Dallas.

Spieth ha raggiunto un record di guadagni per una singola stagione del Tour, vincendo più di 22 milioni di dollari compreso il bonus della FedEx Cup. Ha ottenuto cinque titoli tra cui il Masters, l’US Open e il Tour Championship. Spieth è diventato inoltre il terzo giocatore della storia a finire della Top 4 di tutti e quattro i Major dell’anno.

“Il mio obiettivo all’inizio del 2015 era di vincere due o tre gare ed essere in contention in almeno due Major, oltre a entrare nella squadra di Presidents Cup”, ha rivelato. E può ritenersi soddisfatto…

Daniel Berger è stato invece nominato Rookie of the Year del PGA Tour: è arrivato due volte secondo, perdendo anche al play off contro Padraig Harrington all’Honda Classic, e ha ottenuto sei Top 10. È stato anche l’unica matricola a qualificarsi per il Tour Championship.

  • Pierfrancesco De Col "Gioco sempre tranne lunedi e giovedi" #VideoGolf
  • Tiger: due settimane di pausa per trovare i bastoni perfetti
  • La sacca di Romain Langasque #VideoGolf