Andrea Pavan 11° nell’Alfred Dunhill Championship; vittoria a Charl Schwartzel

andrea pavan

Il sudafricano Charl Schwartzel (271 – 68 68 67 68, -17) ha vinto per il secondo anno consecutivo l’Alfred Dunhill Championship, sul percorso del Leopard Creek CC (par 72), a Malelane.

Con un gran giro finale in 65 (-7) colpi, miglior score di giornata, e con il punteggio di 282 (72 71 74 65, -6) Andrea Pavan è volato dal 46° all’11° posto, guadagnando anche una buona cifra utilissima per la money list.

Il sudafricano ha inflitto distacchi pesanti agli avversari, lasciando a quattro colpi l’inglese Richard Finch, secondo con 275 (-13), e a sette il francese Romain Wattel e gli inglesi Simon Dyson e Ross Fisher, terzi con 278 (-10).

Schwartzel, leader dopo tre turni e raggiunto all’inizio del quarto da Finch, ha iniziato la sua progressione dalla quinta buca e nelle successive quattro ha preso il largo con tre birdie, ai quali ne è seguito un altro per il 68 (-4). Il sudafricano ha giocato le ultime 62 buche senza trovare bogey e realizzando quindici birdie.

Pavan è stato impeccabile e ha messo a segno tre birdie nella prima metà del tracciato e altri quattro nella seconda. Con i 25.150 euro guadagnati si è portato al 16° posto della money list (E 32.850).

Lorenzo Gagli 40mo nell’Alfred Dunhill Championship

Lorenzo Gagli è al 40° posto con 71 (-1) colpi nell’Alfred Dunhill Championship, secondo torneo dell’European Tour 2013.

Sul tracciato del Leopard Creek CC (par 72) di Malelane, in Sudafrica, dove Matteo Delpodio e Alessandro Tadini sono al 53° con 72 (par) è al comando con 66 (-6) il francese Gregory Bourdy.

Nessuna sbavatura per Bourdy, che ha condotto il turno con sei birdie. Gagli ha segnato un eagle, due birdie e tre bogey; Delpodio cinque birdie, due bogey e un triplo bogey; Tadini quattro birdie e quattro bogey.

Garth Mulroy vince il Dunhill Championship, Pavan settimo

Con un’ottima prestazione Andrea Pavan si è classificato al settimo posto con 276 colpi (68 70 68 70, -12) nell’Alfred Dunhill Championship, la prima gara dell’European Tour che il romano ha disputato dopo aver conquistato la ‘carta’ attraverso l’ordine di merito del Challenge Tour (2°).

Sul percorso del Leopard Creek CC (par 72), a Malelane in Sudafrica, ha colto il primo successo nel circuito il 33enne Garth Mulroy, nato a Durban, residente negli Stati Uniti e con due titoli nel Sunshine Tour, che ha concluso con 269 colpi (69 68 64 68), diciannove sotto par. Conquistata la vetta nel terzo turno, Mulroy è stato agganciato a quattro buche dalla fine dallo scozzese George Murray, ma ha reagito con due birdie vincenti. Murray ha occupato la seconda piazza con 271 (-17) e si sono sistemati sulla terza con 275 (-13) i sudafricani Jaco Van Zyl, molto altalenante nel rendimento, e George Coetzee, lo scozzese Peter Whiteford e il cileno Felipe Aguilar. L’altro sudafricano Hennie Otto, vincitore di un Open d’Italia (2008), ha affiancato Pavan, che proprio sull’ultima buca ha perso la terza posizione per un bogey. Nel suo 70 (-2) cinque birdie e tre bogey. Mulroy è stato gratificato con 158.500 euro su un montepremi di un milione di euro.