Simon Dyson, danza della pioggia al KLM Open

Sembrava non potesse terminare il KLM Open, appuntamento olandese dell’European tour che è stato teatro questa settimana di una delle più avverse condizioni meteorologiche della stagione. Dopo continue sospensioni e riprese per i violenti acquazzoni è Simon Dyson a spuntarla tra i professionisti in gara, con una danza finale che ha il suo culmine nell’ultimo birdie alla 18esima buca.

Non riesce Rory McIlroy ad acciuffare la prima posizione ferma a -12, il suo score di 6 birdie e 3 bogey lo “fermano” in terza posizione in un torneo che sembrava decisamente affine al suo gioco e alle sue volontà.

Scivolone per Gary Orr, leader all’inizio della domenica, che chiude a -9 dopo un bogey alla nona buca e uno, più pesante, a fine giro. Sembrava suo il torneo già alle prime luci del mattino dove gli avversari faticavano a prendere confidenza con il terreno sempre più bagnato.

Passa il taglio Lorenzo Gagli e chiude a metà classifica questo torneo. -1 e 43esima posizione che gli vale circa 10.000 euro in più per la Race to Dubai. Score molto regolari per Lorenzo che deve combattere la seconda e la terza giornata con due double bogey alla 13, par 3 di 169 metri.

Edoardo Molinari dopo aver chiuso in par il primo giro, scivola sull’acqua nel secondo e con un brutto doppio bogey alla 14esima buca e altri due maledetti bogey non riesce a passare il taglio olandese.

Prossimo appuntamento il VIVENDI SEVE TROPHY, dove troveremo i nostri Matteo Manassero e Francesco Molinari

Alessandro Bellicini