Europei Seniores A Squadre: Azzurre Seconde, Azzurri Noni

GC-Bled

Le azzurre, campionesse uscenti, sono state superate in finale dall’Irlanda per 3,5 a 1,5 e hanno concluso al secondo posto il Campionato Europeo Seniores femminile a squadre (European Senior Ladies Team Championship), svoltosi sul difficile tracciato del GC Bled (par 73), in Slovenia. Nel torneo maschile, sul percorso del Pannonia G&CC (par 72) a Máriavölgy in Ungheria, gli azzurri hanno terminato al nono posto superando per 4-1 la Svizzera nella finale del secondo girone. Anche in questo caso il titolo è andato all’Irlanda (4-1 sulla Svezia) per una clamorosa doppietta.

Le azzurre, in finale, hanno pareggiato il doppio con Francesca Christillin/Emanuela Gumirato contro Sheena Mc Elroy/Pat Doran, poi nei singoli hanno ottenuto un solo punto con Giovanna Foglia (1 up su Gertie McMullen). Hanno ceduto Silvia Valli, capitana del team, (2/1 da Laura Webb) e Clotilde Fasolis Costa (3/2 da Carol Wickham). Le italiane hanno avuto comunque una chance di riprendere il match con Camilla Dettori che ha recuperato lo svantaggio iniziale contro Suzanne Corcoran, ma poi ha dovuto lasciarle il passo  alla 20ª buca. In precedenza le azzurre avevano avuto ragione di Francia (3-2) e Inghilterra (3,5-1,5).

Nelle altre finali: Inghilterra-Olanda 4-1( terzo posto); Francia-Spagna 4,5-0,5 (5°); Svezia-Germania 3-2 (7°); Belgio-Scozia 3-2 (9°); Svizzera-Austria 3,5-1,5 (11°), Finlandia-Islanda 4-1 (13°). Al 15° posto la Slovenia.

Le italiane sono approdate nel primo girone ottenendo il settimo posto nella qualificazione su 36 buche medal con 798 colpi (398 400, +68). Questi gli score individuali: Francesca Christillin 80 82, Camilla Dettori 77 81, Giovanna Foglia 78 76, Emanuele Gumirato 83 83, Clotilde Fasolis Costa 80 78, Silvia Valli 84 83. Si è imposta l’Olanda con 777 (+47) davanti a Francia (780, +50), Inghilterra (792, +62), Irlanda (793, +63), Svezia (795, +65) e Germania (797, +67). A completare il primo girone la Spagna, ottava con 808 (+78). Nel secondo flight la Svizzera, nona con 814, quindi nell’ordine la Scozia (815), l’Austria (820), il Belgio (824), la Finlandia (860), l’Islanda (872) e la Slovenia (926).

Nel torneo maschile l’Italia, ammessa al secondo girone, prima di vincerlo battendo la Svizzera aveva sconfitto l’Austria (3,5-1,5) e la Finlandia (4-1). Nel match contro gli elvetici non c’è stata storia. Dopo il doppio, in cui Claudio Usai/Cesare Castellini hanno superato Lionel Berruti/Yves Robyr (2 up), hanno messo al sicuro il risultato Piergiorgio Vigliani (4/2 su Marcel Grass e Vincenzo Sità (3/2 su Bernhard Stutz). A gara decisa pari tra Lorenzo Sartori e Markus Frank e tra Federico Lang e Yves Hofstetter.

Le altre finali: Inghilterra-Svizzera 3-2 (terzo posto); Spagna-Francia 4-1 (5°); Norvegia-Germania 3-2 (7°); Finlandia-Olanda 4-1 (11°); Belgio-Austria 3,5-1,5 (13°); Slovenia-Repubblica Ceca 4-1 (15°); Danimarca-Lussemburgo 4-1 (17°); Polonia-Slovacchia 3,5-1,5 (19°); Portogallo-Ungheria 5-0 (21°).

Nella qualificazione l’Italia si è classificata all’11° posto con  785 colpi (399 386, +65) ed è stata, come detto, inserita nel secondo girone. Questi i punteggi del sestetto: Cesare Castellini 84 80, Claudio Usai 83 80, Federico Lang 85 76, Lorenzo Sartori 75 75, Piergiorgio Vigliani 83 82, Vincenzo Sità 74 75. In prima posizione l’Irlanda con 721 (+1), che ha preceduto l’Inghilterra (730, +10), la Svezia e la Scozia (752, +32), la Spagna (756, +36), la Francia (766, +46), la Norvegia (768, +48) e la Germania (776, +56). Stesso destino degli azzurri anche per la Svizzera, nona con 779, la Finlandia, decima con 782, e le altre compagini classificate dal 12° al 16° posto: Belgio (791), Olanda (798), Austria (799), Repubblica Ceca (805), e Slovenia (824). Nel terzo girone gli ultimi sei team in graduatoria: Danimarca, 17ª con 830, Polonia (834), Lussemburgo (845), Portogallo (851), Slovacchia (885), Ungheria (982).