L’Italia di Filippo Campigli e Jacopo Vecchi Fossa si è classificata all’undicesimo posto nella Juan Carlos Tailhade Cup

Los Lagartos Golf Club 1

L’Italia (Filippo Campigli 72 77 76 77, +18; Jacopo Vecchi Fossa 77 80 71 80, +24) si è classificata all’undicesimo posto con 610 colpi (149 157 147 157, +42) nella Juan Carlos Tailhade Cup, gara a squadre con la partecipazione dei rappresentanti di 16 nazioni svoltasi sul percorso del Los Lagartos Golf Club (par 71) a Buenos Aires in Argentina.

Il titolo è stato appannaggio con 578 colpi (148 142 142 146, +10) della Spagna (Mario Galiano 73 69 71 73, +2; David Morago Ayra 75 73 71 73, +8), che è riuscita a respingere l’attacco portato dall’Australia, terminata seconda con 580 (-12). Al terzo posto l’Argentina con 587 (+19), quindi Irlanda (596, +25), Sudafrica (594, +26), Nuova Zelanda e Danimarca (599, +31), Portogallo (603, +35), Brasile (606, +35) e Canada (607, +39).

Nella graduatoria della gara individuale, a cui hanno preso parte anche giocatori che non appartenevano ai team ufficiali, si è imposto con 284, unico concorrente in par sul difficile tracciato, il danese Nicolai Buchwardt Kristensen (70 72 69 73) che ha preceduto Mario Galiano (286, +2)), l’australiano Jarryd Felton (287, +3) e il portoghese Gonçalo Costa (290, +6). Al 29° posto con 302 Filippo Campigli e al 41°  con 308 Jacopo Vecchi Fossa.

Il team del Circolo Golf Torino si è classificato al 15° posto nell’European Men’s Club Trophy

gc_torino_1

Il team del Circolo Golf Torino (Filippo Campigli 73 79; Luigi Botta (76) (80); Edoardo Raffale Lipparelli 74 74) si è classificato  al 15° posto con 300 colpi (147 153, +12) nell’European Men’s Club Trophy, il campionato europeo per squadre di circolo al quale hanno partecipato le formazioni che hanno vinto il titolo nazionale e che si è disputato all’Aroeira GC (par 72) , a Charneca de Caparica in Portogallo.

Hanno vinto con 279 (140 139, -9) i portoghesi del CG Vilamoura (Gonçalo Pinto 70 71; Nathan Brader (77) (78); Joao Carlota 70 68) che hanno superato di tre colpi gli olandesi del Prise d’Eau Golf (282, -6).

Al terzo posto con 282, ma score peggiori scartati rispetto agli olandesi, Saint-Nom-la-Bretéche (Fra), al quarto con 288 (par) il G.C. Hubbelrath (Ger), al quinto con lo stesso 288 il Frederikssund Golfklub (Ola), al sesto con 289 (+1) il Coventry GC, al settimo con 292 (+4) il GC Lousanne (Svi).

A causa del maltempo la prima giornata è stata annullata e il torneo si è svolto sulla distanza di 36 buche, anziché sulle 54 programmate.

Il Team Torino vince il Campionato Nazionale Assoluti a Squadre Maschile

Squadra-Torino-Ass-maschili

Sul tracciato del Golf Club Argentario il team di Torino, che si era imposto anche nella qualificazione su 36 buche medal, ha avuto ragione in una accesa finale dei campioni uscenti del Parco di Roma (4-3).

I doppi sono terminati in parità per il successo dei piemontesi Costantino Peruzzi/Edoardo Raffaele Lipparelli (alla 19ª su Giorgio De Filippi/Giacomo Di Gennaro) e dei romani Enrico Di Nitto/Andrea Saracino (1 up su Luigi Botta/Filippo Campigli).

Nei singoli a decidere il match in favore di Torino è stato Edoardo Raffaele Lipparelli che ha piegato alla 19ª buca Giacomo Di Gennaro.

Negli altri match i piemontesi avevano vinto con Filippo Campigli (1 up su Andrea Saracino) e con Costantino Peruzzi (2/1 su Fabrizio Marzilli), mentre avevano ceduto Giovanni Craviolo (1 up da Enrico Di Nitto) e Luigi Botta (1 up da Giorgio De Filippi).

Torino è giunto in finale superando Asolo per 6-1 e Modena per 4-3. Parco di Roma ha avuto ragione di Biella 5,5-1,5 e del Royal Park I Roveri per 4-3.

Un brillante Renato Paratore termina 3° la 44ª Copa R.C.G. Sotogrande European Nations Championship

L’Italia (Filippo Campigli, Renato Paratore, Corrado De Stefani, Giulio Castagnara) termina all’ottavo posto con 882 colpi il torneo maschile della 44ª Copa R.C.G. Sotogrande European Nations Championship sul percorso del Real Club de Sotogrande, nei pressi di Cadice in Spagna.

Vincitrice della competizione è l’Inghilterra (856) che preceede la Francia (862) e l’Irlanda (869).

Nell’individuale, con pari punteggio, vincono il transalpino Adrien Saddier, uno dei favoriti alla vigilia, ed il tedesco Maximilian Roehrig.

Al terzo posto un brillante Renato Paratore, ed il danese Christian Gloet. Ha perso terreno Filippo Campigli, chiude il torneo 16°, mentre Giulio Castagnara e Corrado De Stefani 58esimi.

Renato Paratore 11° nell’83° Portuguese International Amateur Championship

Dopo una bella rimonta operata negli ultimi due giri Renato Paratore è terminato all’11° posto con 285 colpi (73 76 66 70, -1) nell’83° Portuguese International Amateur Championship.

Al 17° con 288 Filippo Campigli (74 72 71 71, par) e al 42° Richard Broadhurst con 298 (75 74 71 78,+10).

Si è imposto il portoghese Gonçalo Pinto (277 – 70 69 67 71, -11) che dopo essere passato in vetta nel terzo turno ha respinto nel quarto l’attacco dell’inglese Jerome Titlow, secondo con 279 (-9).

Spanish International: Bis dello Spagnolo Mario Galiano, 11° Luigi Botta

Lo spagnolo Mario Galiano ha vinto per il secondo anno consecutivo lo Spanish International Junior Stroke Play Championship. Il migliore degli italiani è stato Luigi Botta 11°; al 12° posto Filippo Campigli, al 14° Michele Cea, al 22° Jacopo Guasconi e al 31° con Gianmaria Rean Trinchero. Nel Trofeo delle Nazioni, assegnato su tre giri, si è imposta la Svezia B davanti a Spagna A. Al quarto posto con 425 Italia A (Botta, Campigli, Rean Trinchero) e al sesto Italia B (Guasconi, Cea, Scalise).