Golf da gustare per i più golosi…

augusta ginger 2

A Natale si rivivono, in tutto il mondo, le più svariate tradizioni. Molte di queste sono gastronomiche e presentano specialità più o meno locali, accanto a quelle più generali, che attraversano Stati, città, regioni e villaggi. C’è chi preferisce festeggiare la Vigilia e chi invece sceglie il pranzo del giorno di Natale.

Da un punto di vista gastronomico, la tradizione per eccellenza è quella dei dolci. Caramelle, torroni, alberelli di cioccolato, torte, primeggiano insieme con i classici panettone e pandoro, accanto a tipici dolci locali. Come, ad esempio, il Pan Speziale a Bologna, il Pandolce a Genova e  il Buccellato siciliano, con pasta frolla e ripieno di fichi secchi.

Se i più amano i dolci tradizionali, in altri casi le ricette cambiano o almeno, si presentano sotto formemolto creative. Come spesso succede negli USA. E quest’anno, tra le tante, ne sarà stata sicuramente apprezzata una in particolare dai golfisti. Per il Natale 2013, infatti, è stata realizzata una torta di pan di zenzero a forma della Club House dell’Augusta National Golf Club.

Proprio così. Una fedele riproduzione della Club House più famosa al mondo, con ogni piccolo dettaglio. Perfino il cartellone con la classifica dell’Augusta Masters!  E ancora, con il green giallo a forma della bandiera Statunitense, tipico simbolo della competizione.

Il Natale è appena passato è vero, ma  attendiamoci qualche altro strano piatto gastronomico, in preparazione per Capodanno e, perché no, per l’Epifania.