Hank Haney racconta i suoi sei anni con Tiger

“The Big Miss: My Years Coaching Tiger Woods”: è il titolo dell’ultimo  libro del famoso maestro di golf, in uscita il prossimo 27 marzo.

Nel suo racconto, sincero e penetrante, Haney ripercorre i sei  intensissimi anni di lavoro con il grande campione, che in quel  periodo ha conquistato sei Major riscrivendo la storia del golf. Da  quel marzo 2004, quando ricevette la chiamata in cui Tiger gli  chiedeva di lavorare insieme, Haney ha vissuto al suo fianco (nel vero  senso della parola, anche in casa, anche fuori dal campo), assorbendo  ogni particolare, atletico e personale, del golfista. Che all’epoca era già un mito, ma voleva ancora migliorare, e voleva proprio il suo  aiuto. Haney aveva già lavorato con alcuni dei migliori giocatori al  mondo, ma in certi momenti, guardando Woods in campo pratica, rimaneva  ammaliato dalla sua perfezione.

Perfetto ma umano. E la sua paura più grande è sempre stata quella del  “big miss”, quel colpo così maldestro da buttare al vento un ottimo  giro. Ed è proprio qui che Haney ha cercato di lavorare di più. Ma il  suo più grande intervento è stato sul piano personale, aiutando Tiger  a sviluppare una certa prudenza nel lasciar avvicinare troppo le  persone, per evitare che la sua concentrazione ne fosse in qualche  modo minacciata. Per questo il loro rapporto iniziò a declinare quando  Tiger iniziò a volersi reinventare. Un cambiamento di rotta che  culminò con gli ormai noti avvenimenti del 2009, dai quali Haney non  potè in alcun modo salvarlo.

“The Big Miss” è il libro più profondo mai scritto su Tiger Woods,  nonchè  il più completo su come allenare un atleta superstar. Puoi  ordinare la tua copia già adesso su www.hankhaney.com.