Tommy Fleetwood vince il Johnnie Walker Championship; Francesco Molinari si è classificato al 42° posto

Tommy-Fleetwood

Francesco Molinari si è classificato al 42° posto con 280 colpi (69 67 73 71, -8) nel Johnnie Walker Championship svoltosi sul percorso del The Gleneagles Hotel (par 72), ad Auchterarder in Scozia.

Ha conquistato il primo titolo nel circuito con 270 (68 65 67 70, -18) l’inglese Tommy Fleetwood, 22enne di Southport, che ha concluso la gara alla pari con lo scozzese Stephen Gallacher (71 68 64 67) e con l’argentino Ricardo Gonzalez (65 65 70 70) e poi li ha superati con un birdie alla prima buca di spareggio.

Sono rimasti a lungo leader in club house l’austriaco Bernd Wiesberger e lo scozzese Scott Henry, che però sono stati superati nelle battute finale dal trio che si è conteso la vittoria e si sono dovuti accontentare del quarto posto con 271 (-17). Al sesto con 272 (-16) l’inglese Paul Waring, l’australiano Brett Rumford e l’argentino Emiliano Grillo, al nono con 273 (-15) il danese Thorbjorn Olesen e al 28° con 278 (-10) lo scozzese Paul Lawrie, campione uscente.

In finale ha riservato parecchie emozioni. Alla buca 18 Gallacher con un eagle ha superato Wiesberger ed Henry al termine di un giro incredibile in 67 (-5) nel quale ha messo insieme due eagle, cinque birdie, un bogey e un triplo bogey alla 11 che sembrava averlo tagliato fuori.

Poco dopo sono arrivati Gonzalez e Fleetwood che lo hanno agganciato con un birdie. Per entrambi 70 (-2) colpi con un doppio bogey iniziale dell’argentino seguito da sei bridie e da due bogey e con un eagle, due birdie e due bogey dell’inglese.

Nella buca supplementare Gonzalez ha sbagliato un putt di un metro per il birdie e ha splancato la porta a Fleetwood, che dalla stessa distanza non ha fallito, mentre Gallacher era fuori con il par.

Molinari, che ha perso sei posizioni nell’ultimo turno, è andato a corrente alternata. Dopo un birdie e due bogey nelle prime dieci buche, ha siglato il 71 (-1) con tre birdie e un bogey nelle ultime cinque buche. Molto diverso il rendimento tra le prime 36, giocate otto colpi sotto par, e le altre in cui ha viaggiato in par.

17 percorsi firmati da Jack Nicklaus sede di gare nel 2013

Il più grande golfista di tutti i tempi continua a essere il Numero Uno quando si parla di golf course design. Sono infatti 17 i campi disegnati da Nicklaus che quest’anno ospiteranno gare del PGA, Champions, European, Web.com e LPGA Tour.

PGA West in California, Hualalai Golf Course alle Hawaii ed Heritage Golf and Country Club in Australia hanno già fatto da cornice ai primi eventi della stagione. Il prossimo appuntamento è con il Champions Tour al The Club in Florida, un campo disegnato da Jack Nicklaus e Jack Nicklaus II. Un altro evento nella lista è il Reignwood Pine Valley LPGA Classic al Pine Valley Golf & Country Club di Beijing, un campo icona di Jack Nicklaus, aperto al gioco nel 2001 e divenuto il primo campo “su inviti” della Cina.

Evento clou dell’anno sarà la Presidents Cup al Muirfield Village Golf Club, l’unico al mondo ad aver ospitato Ryder, Solheim e Presidents Cup (nella foto). Altri campi disegnati da Jack che faranno da scenario a eventi 2013 includono: The Ritz Carlton Golf Club in Arizona (WGC-Accenture Match Play Championship), Champion Course a Palm Beach (The Honda Classic), Cana Bay Golf Club in Repubblica Dominicana, Sebonack Golf Club in NY (U.S. Women’s Open) e PGA Centenary Course di Gleneagles (Johnnie Walker Championship).

Nicklaus Design è una delle principali e più prestigiose firme di golf design al mondo. La sua filosofia è quella di lavorare a stretto contatto con i clienti, di rispettare l’ambiente naturale e creare dei percorsi sfidanti ma anche accessibili ai giocatori di tutti i livelli. La società conta 350 campi aperti al gioco in 34 Paesi del mondo (di questi, Jack Nicklaus è stato attivamente coinvolto nel disegno di 280). Almeno 63 sono entrati nelle classifiche di pubblicazioni come Golf Digest e Golfweek e in varie Top 100 nazionali e internazionali; così come non meno di 88 hanno ospitato un totale di più di 600 gare pro e amateur championship in tutto il mondo. Al momento, inoltre, Nicklaus Design ha più di 40 campi in costruzione e progetti in via di sviluppo in 46 diversi Paesi.

Johnnie Walker Championship: 6° Francesco Molinari; vince Paul Lawrie

Francesco Molinari chiude 6° con 278 (-10) colpi il Johnnie Walker Championship.

Vince Paul Lawrie, con 272 (-16) colpi. Solido il gioco del 43enne scozzese di Aberdeen; grazie alla sua esperienza, non ha lasciato margini di recupero ai suoi diretti inseguitori.

Secondo a -12 Brett Rumford, terzi a -11 Romain Wattel, Fredrik Andersson Hed e Maarten Lafeber. Sesti a -10, insieme a Francesco, Stephen Gallacher, Richie Ramsay e Colin Montgomerie.

Francesco Molinari, nel suo ultimo giro, ha marcato 6 birdie ed un bogey.