Ludovica Farina si è classificata al terzo posto nell’Israel Ladies Amateur Open Championship

Ludovica_Farina

Ludovica Farina si è classificata al terzo posto nell’Israel Ladies Amateur Open Championship, torneo inserito nell’Ega Calendar 2013 tenutosi sul percorso del Caesarea Golf Club, a Caesarea, località tra Tel Aviv e Haifa in Israele.

Si imposta con 218 colpi (73 74 71)  l’israeliana Hadas Libman, campionessa in carica che gioca nella 1ª Divisione NCAA per la Bailor University (stesso team dell’azzurra Laura Lonardi) e tornata appositamente per difendere il titolo. Al secondo posto con 224 (76 76 72) la tedesca Katharina Schultz, quindi due giocatrici di casa, Limor Sidi, quarta con 256 e Noka Yaakob, quinta con 269.

La Farina, 17enne siracusana tesserata per il GC Villa Condulmer, è rimasta per due giri sulla scia della leader, poi nel terzo ha provato a recuperare, ma la tensione le ha fatto un brutto scherzo e con sei bogey nella parte centrale del giro, tra la settima e la 14 buca, e ha dovuto cedere il secondo posto alla Schultz. Da ricordare che l’azzurra nello scorso agosto ha vinto il Polish Ladies Amateur Championship in Polonia.

Le ragazze di Villa Condulmer hanno confermato il titolo nel Campionato Assoluto a Squadre femminile

ok-Villa-Condulmer

Sul percorso dell’Adriatic Golf Club Cervia le ragazze di Villa Condulmer hanno confermato il titolo conquistato lo scorso anno nel Campionato Assoluto a Squadre femminile battendo di misura la compagine del Royal Park I Roveri (3-2).

C’è stato equilibrio nei doppi per la vittoria piemontese con Alessandra Braida/Carlotta Lanzi (3/2 su Alessandra Tenderini/Ludovica Farina) e la replica veneta con Tullia Calzavara/Stefania Avanzo (alla 20ª su Emma Perracchione/Paola Cappelli).

Nei singoli Alessandra Braida ha avuto ragione di Ludovica Farina (1 up), ma Villa Condulmer ha segnato i due punti decisivi con Tullia Calzavara (1 up su Emma Perracchione) e con Stefania Avanzo (5/4 su Carlotta Lanzi).

Per arrivare alla finale Villa Condulmer ha messo fuori gioco Montelupo (4,5-0,5) e Torino (3-2), mentre Royal Park I Roveri ha estromesso Montecchia (3,5-1,5) e Sanremo (3,5-1,5).

Ludovica Farina, campionessa polacca grazie agli hashtag

ludovica-farina

Ludovica Farina, la siciliana della nazionale femminile, ha conquistato il gradino più alto del podio in Polonia all’Internazionale Femminile con uno score totale di 216 colpi (+3).

Un’ottima prestazione e soprattutto una vittoria che Ludovica cercava da tempo dopo una stagione altalenante in casa Italia. Durante l’intervista ai giornalisti Ludovica si è detta felice della vittoria e ha dichiarato che giocare in Polonia l’ha divertita molto e che le piacerebbe calcare più spesso i green di questo Stato.

La notizia è volata subito sui social dove, scandito da innumerevoli hashtag divertenti, Ludovica ha dato la notizia della sua vittoria. Il tutto ha scatenato i complimenti delle “colleghe delle Nazionale, e le condivisioni di amici e appassionati.

Trionfo azzurro nel Total International Juniors of Belgium

Autentico trionfo azzurro nel Total International Juniors of Belgium, dove i giocatori italiani hanno occupato l’intero podio e hanno anche vinto il Trofeo delle Nazioni.

Si è imposto Gianmaria Rean Trinchero con 290 colpi (74 76 71 69, +2) che nel giro finale ha superato Luigi Botta, terminato al secondo posto con 293 (77 71 69 76, +5), mentre Lorenzo Scalise ha occupato la terza piazza con 294 (74 76 75 69, +6).

Sia Rean Trinchero che Scalise hanno girato in 69 (-3) colpi eguagliando in miglior punteggio assoluto del torneo che Botta aveva realizzato nel terzo turno. Nel Trofeo delle Nazioni, assegnato sui risultati di tre giri l’Italia (Botta, Campigli) ha terminato con 444 colpi superando la Scozia (446).

Nel torneo femminile vittoria annunciata della spagnola Andrea Jonama (298 – 72 77 71 78, +10), che aveva preso largo margine nel terzo turno.

Sono entrate tra le top ten Ludovica Farina, sesta con 310 (80 80 78 72, +22) e Camilla Mazzola, ottava con 312 (77 83 74 78, +24). Nel Trofeo delle Nazioni primo posto per la Spagna con 453; quinto posto per l’Italia (Farina, Mazzola) con 472.