Belly putter sì o no? Infine, si pronunciano le istituzioni

R&A e USGA, le istituzioni che regolano il gioco a livello mondiale, hanno annunciato mercoledì una proposta di revisione delle Regole al fine di proibire l’ancoraggio del bastone al corpo durante un colpo.

La proposta Regola 14-1b, che arriva dopo una lunga opera di studio messa in atto dalle due autorità, proibirebbe quindi i colpi effettuati con un bastone – o la mano che lo impugna – appoggiato direttamente contro il corpo del giocatore, o con l’avambraccio mantenuto contro il corpo per stabilire un punto di ancoraggio indiretto per il bastone.

La nuova regola proposta non altera le attuali norme sull’attrezzatura e permette quindi l’uso di tutti i bastoni conformi, inclusi i belly e long putter, se questi non vengono ancorati al corpo. La regola in questione si riferisce strettamente a pochi tipi di colpo, preservando invece l’abilità del giocatore di trovare il suo stile.

Prima di prendere una decisione finale sulla proposta, R&A e USGA considereranno qualsiasi commento e suggerimento da parte della comunità golfistica. “Crediamo di aver analizzato la questione da qualsiasi punto di vista, ma visti i tanti interessi in gioco vogliamo dare a chiunque sia coinvolto l’opportunità di portare avanti qualsiasi considerazione in merito”, ha detto Peter Dawson, CEO di R&A (nella foto).

Il cambiamento diventerebbe effettivo dal 1 gennaio 2016, in rispetto del ciclo quadriennale delle Regole. La scadenza fornirebbe anche un lungo periodo di tempo in cui qualsiasi giocatore possa, se necessario, adattare il proprio gioco ai nuovi parametri.

La pronuncia delle istituzioni arriva dopo un lungo periodo di dibattito in merito, con giocatori schierati pro e contro. Tre degli ultimi cinque vincitori di Major usano un putter ancorato al corpo e il nuovo talento cinese Guan Tian-lang si è guadagnato l’accesso al Masters 2013 con un belly putter.

Mike Davis di USGA ha così commentato: “Nei 600 anni della storia del golf l’essenza del gioco è stata quella di impugnare il bastone con le mani ed effettuare liberamente lo swing. La sfida, per il giocatore, è controllare il movimento dell’intero bastone all’impatto con la palla, e ancorare il bastone altera la natura di questa sfida. Dobbiamo quindi cambiare le regole per preservare il carattere originario dello swing”.