Natalie Gulbis costretta al ritiro dalla malaria

La giovane campionessa americana nota tanto per il suo gioco quanto per la sua bellezza, è stata costretta a ritirarsi dal Florida LPGA Founders’ Cup per colpa della malaria contratta in Oriente durante l’asian swing dell’LPGA Tour. La Gulbis si era ritirata anche la settimana precedente durante la quale si giocava l’HSBC in Arizona per una malattia che è stata poi diagnosticata come malaria.

Tornata a casa a Las Vegas per curarsi, i medici sostengono che la ragazza non è in pericolo di vita e che avrà bisogno di tre settimane per rimettersi in forze. La splendida campionessa è nelle ottime mani dei medici e ha voluto in più riprese ringraziare tutti i suoi fan e coloro che le sono vicini tramite twitter.