Anche Chicco a Crans. Di Maria Pia Gennaro

francesco-molinari

Francesco Molinari è entrato nel Field dell’Omega European Masters in programma dal 5 al 9 settembre a Crans-Montana. Per noi italiani il cambio di programma del torinese è una bella notizia dato che, inizialmente, aveva deciso di non prendere parte al torneo e ce l’aveva comunicato in occasione dell’Open Championship. Con lui saranno in campo altri quattro italiani: Matteo Manassero (uno dei primi a confermare la sua partecipazione), Alessandro Tadini, Lorenzo Gagli e il dilettante Renato Paratore. Matteo Delpodio al momento in cui scriviamo è ottavo in lista d’attesa.

Molti i bei nomi che sfileranno sul Plateau a cominciare da Paul Casey, reduce da alcuni risultati molto positivi; Padraig Harrington, che ritorna dopo 13 anni ma con tre titoli Major nel carniere; i sudafricani del momento, Richard Sterne e Branden Grace; Miguel Angel Jimenez, affezionatissimo alla gara; Alvaro Quiros, assente da due anni, che incanterà il pubblico con le sue bordate, ancora più impressionanti in altura; e poi Thongai Jaidee, Darren Clarke, Tommy Fletwood, brillantissimo a Gleneagles, e altri 21 vincitori di torneo negli ultimi due anni.

Molti anche i Vip che solitamente prendono parte alla Gold Pro Am e quest’anno, grazie allo sponsor Omega, è annunciata la presenza di Michael Phelps, l’uomo che ha vinto il maggior numero di medaglie olimpiche nella storia. Alle 10.30 ci sarà la conferenza stampa e ci auguriamo di avere la conferma perché sinora l’arrivo del nuotatore è stato coperto dalla più assoluta segretezza. Tutti con le bocche cucite…

Sono iscritti anche 40 asiatici perché il torneo è co-sanctioned con l’Asian Tour e anche per questo motivo scenderà in campo il fenomeno dodicenne cinese Wo-cheng Ye.

La gara sarà preceduta dalle due Pro Am targate Credit Suisse: il lunedì la Silver e il mercoledì la Gold. Il montepremi sarà di 2,2 milioni di euro e il torneo verrà trasmesso in diretta. Non perdete, però, le sorprese, gli aggiornamenti e i commenti sul nostro sito!

Manassero: sogno Rio 2016 per vivere intensamente l’atmosfera olimpica

Matteo Manassero, in una recente intervista a Sky, ha parlato del suo grande sogno: Rio 2016, quando il golf farà il suo ritorno ai cinque cerchi.

“Avevo solo 16 anni a Copenhagen, quando ho avuto l’enorme fortuna di essere scelto insieme a Michelle Wie, Suzann Pettersen e Padraig Harrington per convincere la giuria e tutti i membri del Cio che il golf aveva bisogno ed era degno di tornare alle Olimpiadi. Penso che quel momento, nell’ottobre del 2009, sia stato una svolta assoluta, e la prossima sarà a Rio. C’è ancora un po’ di titubanza da parte di alcuni giocatori, ma non da parte mia. Io voglio vivere veramente l’atmosfera olimpica che ci sarà”.

Matteo ha avuto anche un pensiero su Francesco Molinari e Rory McIlroy: “Con Francesco ho un bellissimo rapporto, è una persona fantastica, pacata. Ha un atteggiamento che ammiro, cui mi ispiro tanto, perché il suo modo di essere è quello perfetto per il golfista. McIlroy? Spero di sfidarlo un giorno, per vincere titoli importanti. Sarebbe un punto di arrivo alto”.