Diana Luna e Zeke Martinez hanno vinto rispettivamente il Campionato Femminile e Seniores

Diana Luna e Zeke Martinez hanno vinto rispettivamente il 15° Campionato Femminile e il 24° Campionato Seniores della PGA Italiana, le due gare che hanno aperto la PGAI Week sul percorso Golf Club Colline del Gavi (par 73).

Nella gara femminile la Luna (141 – 68 73, -5) ha superato di quattro colpi Stefania Croce (145 – 70 75, -1) in quello che era il duello annunciato alla vigilia.

La Luna ha ottenuto anche il primo premio lordo nella classifica a squadre con 141 (68 73) colpi insieme a Francesco Berti Riboli, presidente del club ospitante, precedendo anche in questo caso Stefania Croce con l’amateur Francesco Zerba (142, -4). Nella categoria pareggiata successo con 135 (69 66, -11) di Matia Maffiuletti/Anna Maffiuletti.

Tra i seniores ha fatto corsa di testa lo statunitense Zeke Martinez che ha concluso con 138 colpi (70 68, -8) e con largo margine su Romolo Napoleoni (145, -1) e su Ernest Kocs e Giancarlo Ferrero (148, +2). Solo 11° con 151 (+5) Costantino Rocca, vincitore delle ultime due edizioni, messo fuori gioco da un 80 (+7) di partenza.

Nella graduatoria a squadre scratch hanno vinto Ernest Kocs e Marco Cervellini (135 – 67 68, -11), mentre Martinez, con la dilettante Maria Beatrice Zanchi, ha raddoppiato nella categoria pareggiata (134 – 68 66, -12) precedendo Giuseppe Calì/Jean Mark Delrieux, stesso score.

Costantino Rocca è il nuovo Presidente della PGA Italiana

L’Assemblea per il rinnovo delle cariche si è svolta ieri a Milano presso il Palazzo delle Federazioni – Coni Regionale. Rocca, candidato unico, ha ottenuto 322 voti favorevoli succedendo così al dimissionario Stefano Betti, Presidente dal 1997.

Con lui in Consiglio sono stati eletti: Donato Di Ponziano, Stefano Betti, Renzo Trentin, Marco Durante, Vittorio Mori, Giorgio Bordoni, Riccardo Vaira, Filippo Falzoni, Antonello Bovari, Michele Ballarin, Giovanni Magni e Antonio Jurilli.

Maestri PGAI: vince Marco Bernardini

Marco Bernardini ha vinto con 136 colpi (69 67) il Campionato Maestri della PGA Italiana, giunto alla 14ª edizione e disputato per la prima volta sul percorso del Golf Club Margara. Con un ottimo secondo giro in 67 il 33enne romano ha superato Gianfranco Riandi (138 – 67 71), che era il leader dopo il turno iniziale. Al terzo posto si è classificato con 140 Cristian Lanza, quindi al quarto con 143 Michele Reale, Alex Senoner e Carlo Alberto Acutis e al settimo con 144 Massimo Florioli, Roberto Paolillo, Massimiliano Gemignani e il sempreverde Delio Lovato. Prima nella categoria femminile Isabella Maconi con 145 colpi (74 71), che non ha perso il passo di gara malgrado abbia lasciato il Ladies European Tour da qualche anno. Alle sue spalle Monica Quartana (152), Paola Quartana (162) e Annamaria Miliè (164).

Il torneo, che ha avuto il supporto di CRS Rubinetterie Cristina, sponsor particolarmente legato all’associazione dei professionisti avendo già sostenuto la gara nel 2005 e nel 2006, si è svolto con formula a coppie. I concorrenti si sono alternati sui percorsi Giallo e Rosso del club, ottimamente preparati e che si sono rivelati, come sempre, un ottimo test. Ogni maestro  è stato accompagnato da un proprio allievo e nella graduatoria a squadre si sono imposti con 127 Gianfranco Riandi e Pierpaolo Riandi davanti a Massimo Florioli/Alessandro Brambilla con lo stesso score. Al terzo posto Fernando Pasqualucci/Pierluigi Nobili (129), al quarto Carlo Alberto Acutis/Francesco Maniglio (129), al quinto Matteo Peroni/Marco Brunella (130).

Marco Bernardini, con il suo successo, ha confermato sia la buona condizione di forma sia la ferma intenzione di riprendere ad alto livello l’attività agonistica che aveva un po’ abbandonato negli ultimi tempi. Professionista dal 1998, nel suo palmares, oltre al titolo attuale, figurano un torneo del Challenge Tour (Russian Open, 2000), due titoli nell’Alps Tour (Open Carisparmio Firenze, 2003, e Asolo Open, 2004), un Campionato PGAI (1999), un Campionato Open (2008) e un Campionato di doppio PGAI (con il fratello Luca nel 1999).