Branden Grace stupisce ancora. Back to back in Sudafrica.

Un finale avvincente quello che il Volvo Golf Champions ha offerto a tutti gli spettatori presenti al The Links at Fancourt, in sudafrica. Un play-off a 3 giocatori ha concluso questo terzo evento dell’European Tour che vedeva in campo i vincitori di torneo del 2011 e alcuni grandi nomi del golf mondiale.

Ernie Els, Retief Goosen e Branden Grace si sono dati battaglia sulla 18esima buca per aggiudicarsi il titolo da 350.000 euro. -12 lo score che portava allo spareggio dopo 72 buche difficili su un links che ha messo a dura prova la tensione dei partecipanti. Con un birdie al par 5 è Branden Grace che vince il Volvo Champions. Il sudafricano aveva mancato un put da circa 1 metro e mezzo alla sua 72esima buca per vincere il torneo che aveva ritardato di mezz’ora la felicità per la conquista della prima posizione. Per Grace un fantastico back to back dopo la vittoria della scorsa settimana allo Joburg Open che lo proclama numero uno con un buon distacco nella Race to Dubai.

Matteo Manassero recupera posizioni con l’ultimo giro in 68 colpi che “riscatta” una settimana difficile dettata da un gioco nervoso e altalenante. 23esima posizione per Matteo che vale 30.000 euro come inzio nel cammino della classifica europea.

Ultimo evento per il Sudafrica che passa le consegne agli Emirati Arabi per le prossime settimane di gioco.

 

Louis Oosthuizen vince l’Africa Open. Tadini 54°.

Il sudafricano Louis Oosthuizen ha concesso il bis nell’Africa Open, conquistando il titolo per il secondo anno consecutivo nel torneo d’apertura dell’European Tour  disputato sul percorso dell’East London GC (par 73), nella città da cui il circolo prende il nome in Sudafrica.

Il 29enne di Mossel Bay, residente a Manchester in Inghilterra, ha ottenuto il quarto successo in carriera, di cui uno in un major (Open Championship 2010), con un giro finale in 67 (-6) colpi e lo score di 265 (69 62 67 67), ventisette sotto par, e ha staccato di due colpi il connazionale Tjaart Van der Walt (267 – 69 64 65 69, -25) con il quale condivideva la leadership dopo 54 buche.

I giocatori di casa hanno dominato, come era nelle previsioni, e hanno colto il terzo posto con Retief Goosen (268, -24), il quarto con Jaco Van Zyl (269, -23) e il sesto con Richard Sterne (272, -20), mentre il quinto è stato appannaggio dello scozzese Alastair Forsyth (270, -22).

Ha concluso al 54° posto con 282 colpi (70 70 70 72, -10) Alessandro Tadini che conquista una moneta di 3.250 euro.

Oosthuizen, che ha guadagnato 158.500 euro su un montepremi di un milione di euro, ha segnato un eagle, sei birdie e due bogey per il 67 vincente.