Rock sorprende tutti ad Abu Dhabi. Emozioni per tutti gli italiani.

Emozioni forti per tutti i tifosi italiani negli ultimi giorni di Gennaio. L’ HSBC ad Abu Dhabi è stato il primo evento del 2012 dove i nostri azzurri hanno lottato con tutte le forze per raggiungere buone posizioni di classifica.

Ottimo il sesto posto di Matteo Manassero che riscatta un finale 2011 e un inizio 2012 non alla sua altezza. Fantastica la media putt per giro (25) che porta Matteo a -10 per il torneo e alla conquista di una moneta da 67.000 euro. Bentornato Matteo.

Anche Francesco Molinari rimane nella top 10 del torneo con 279 colpi totali, il 72 dell’ultimo giro non gli permette la grande scalata al trono ma Chicco ha comunque espresso un gioco intelligente e costante che lo contraddistingue da sempre. Avanti così.

Lorenzo Gagli e Andrea Pavan, scaraventati tra i grandi nomi del golf mondiale, non perdono la concentrazione e affrontano un torneo con rigore e grinta. Il toscano termina l’evento in 35esima posizione e “Nello”, superato il taglio, chiude in 56esima posizione. Ci siamo.

Peccato per Edoardo Molinari, dalle notizie del suo caddie “Tunz” (blog su goltoday), sappiamo che la poca pratica a causa del dolore alla mano non ha permesso al campione torinese di esprimere un gioco di alto livello. Nessun problema, Dodo tornerà.

Vince il torneo il simpatico Robert Rock, già vincitore dell’Open d’Italia 2011, che è riuscito a non abbassare la guardia di fronte al mostro Tiger Woods che ha chiuso l’HSBC in terza posizione. Tiger sorride e la voglia di giocare sembra tornata alla grande. Rock, elimina, per sempre la paura di vincere che per tanti anni ha fermato il suo gioco alle top 10 europee.

Un bel week-end per il golf europeo, tra Tiger, Rock e i nostri azzurri sempre più “veri”.