11esime le Azzurre nel Campionato Mondiale Femminile a Squadre

L’Italia (Bianca Maria Fabrizio, Roberta Liti, Giulia Molinaro) ha conseguito un bel 11° posto nel  in Turchia.

Ha vinto la Corea, che dopo aver preso la testa nel secondo giro ha gestito saggiamente il vantaggio.

Nella classifica individuale ha prevalso la formidabile neozelandese Lydia Ko, che ha nettamente distaccato la finlandese Krista Bakker e la spagnola Camilla Hedberg.

Ottimo settimo posto di Bianca Maria Fabrizio. Al 56° Giulia Molinaro, e al 61° Roberta Liti.

“Sono soddisfatto della prestazine delle azzurre – ha detto il responsabile tecnico Roberto Zappa – che in un contesto di giocatrici molto forti e con 53 nazioni in campo hanno mancato l’ingresso tra le ‘top ten’ di soli tre colpi.

Alla memoria di Mario Camicia la Pallina d’Oro 2012 dei Giornalisti Golfisti

In occasione della seconda giornata del BMW Italian Open prsented by CartaSi, presso un affollatissimo stand Rolex al Villaggio Ospitalità, si è svolta la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione della Pallina d’Oro Aigg.

A premiare i vincitori, il presidente dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, Marco Dal Fior, e il vicepresidente Fulvio Golob.

La Pallina d’Oro è stata assegnata a Mario Camicia – “La voce del golf italiano” che si è spenta alla fine dello scorso anno – grazie a un plebiscito di consensi fra gli oltre 150 iscritti all’Associazione, che ogni anno attribuiscono il premio al personaggio che più si è distinto nel panorama del golf italiano per meriti agonistici, tecnici o manageriali.

Il premio segue nell’albo d’oro quelli attribuiti negli anni passati ad Angelo Zella, Edoardo Molinari, Donato Di Ponziano, Costantino Rocca, Francesco Molinari, Matteo Manassero e Franco Chimenti. Il premio è stato consegnato alla moglie Silvia e ai due figli, Francesca e Michele.

I giornalisti golfisti italiani hanno poi voluto premiare con la Pallina d’Argento Giulia Sergas e Roberto Zappa. La prima (impegnata sul Tour femminile e rappresentata a Torino da Massimo Scarpa) per i grandi risultati conseguiti sia sul circuito americano che su quello europeo, il secondo come coach della Nazionale femminile.