“Conditional Card” per Sophie Sandolo

Nella Lalla Aicha Tour School Final Qualifying, svoltasi  sui percorsi dell’Amelkis Golf Club (par 72) e del Samanah Country Club (par 72), a Marrakech in Marocco, Sophie Sandolo si è classificata al 36° posto con 359 colpi (71 71 73 71 73, -1) e ha ottenuto una “conditional card” categoria 9b, che le consentirà di partecipare solo a una parte dei tornei del Ladies Euopean Tour 2016.

Si è imposta con 337 colpi (68 69 62 68 70, -23) la dilettante indiana Aditi Ashok, che ha preceduto la danese Daisy Nielsen (340, -20) e la tedesca Karolin Lampert (342, -18), che era al comando dopo 72 buche. Al quarto posto con 345 (-15) la spagnola Nuria Iturrios, al quinto con 347 (-13) l’inglese Annabel Dimmock e la scozzese Kelsey MacDonald e al settimo con 348 (-12) la scozzese Gemma Dryburgh e la statunitense Emily Talley.

Le prime trentuno classificate sono state gratificate con la categoria 8a, vale a dire una ‘carta’ a tempo pieno la prossima stagione. Tra costoro la marocchina Maha Haddioui, 11ª con 351 (-9), Nobuhle Dlamini dello Swaziland, 17ª con 354 (-6), e la malese Ainil Bakar, 28ª con 357 (-3).

Non hanno superato il taglio le altre tre italiane in gara: Elisabetta Bertini, 68ª con 291 (72 72 74 73, +3), la dilettante Lucrezia Colombotto Rosso, 78ª con 293 (76 73 74 70, +5), e Stefania Avanzo, 104ª con 301 (77 73 73 78, +13). Avranno una ‘carta’ categoria 12a, come tutte le altre concorrenti che hanno subito la stessa sorte.

Thidapa Suwannapura vince l’Hero Women´s Indian Open; Sophie Sandolo 61ª

Thidapa Suwanapura of Thailand with the trophy

Sophie Sandolo ha concluso 61ª con 231 colpi (+15), l’Hero Women´s Indian Open, sul percorso del Delhi Golf Club (par 72), a Nuova Delhi in India.

La thailandese Thidapa Suwannapura ha vinto il penultimo torneo stagionale del Ladies European Tour con 208 (-8) , distanziato di un colpo la francese Valentine Derrey 208 colpi (-8).

Rebecca Artis vince a sorpresa l’Helsingborg Open; 30ª Sophie Sandolo

Rebecca-Artis

Finale a sorpresa nell’Helsingborg Open (Ladies European Tour), disputato sul tracciato del Vasatorp Golf Club (par 72) a Helsingborg, dove l’australiana Rebecca Artis (280 – 69 71 71 69, -8), ha sorpassato nel giro finale la  favoritissima svedese Caroline Hedwall, leader dopo 54 buche, che si è dovuta accontentare del secondo posto con 281 colpi (69 70 67 75, -7).

La 25enne australiana di Coonabarabran, ha colto il primo titolo nel circuito guadagnando 37.500 euro su un montepremi di 250.000 euro, grazie a un buon turno in 69 colpi (-3, con cinque birdie e due bogey), mentre la Hedwall, eroina della selezione europea di Ryder Cup in cui ha stabilito il record di cinque successi in cinque incontri disputati nello stesso evento, ha perso lucidità dopo un doppio bogey e due bogey e a nulla è valso l’unico birdie quasi in chiusura (75, +3).

Al terzo posto con 283 (-5) la francese Valentine Derrey, al quarto con 285 (-3) la sudafricana Lee-Anne Pace e al quinto con 286 (-2) l’inglese Laura Davies.

E’ risalita nel finale, da 48ª a 30ª con 293 (69 77 76 71, +5) Sophie Sandolo, mentre è rimasta in retrovia Stefania Croce, 57ª con 300 (73 75 77 75, +12). E’ uscita al taglio Margherita Rigon, 68ª con 149 (74 75, +2).

Veronica Zorzi 14ª nel Deloitte Ladies Open; vince l’inglese Holly Clyburn

Holly-Clyburn

Veronica Zorzi ha ottenuto un buon 14° posto con 220 colpi (73 77 70, +1), risalendo dal 45° con un 70 (-3, con sette birdie e quattro bogey), nel Deloitte Ladies Open (Ladies European Tour) svoltosi sul tracciato del The International (par 73) ad Amsterdam, in Olanda.

A metà classifica Sophie Sandolo, 35ª con 224 (74 73 77, +5), in bassa Diana Luna, 58ª con 228 (73 75 79, +9), e Margherita Rigon, 63ª con 231 (79 73 79, +12).

Ha ottenuto il primo titolo nel circuito con 211 colpi (71 69 71, -8) la neopro inglese Holly Clyburn, 22enne di Grimsby, che ha lasciato a tre colpi la connazionale Charley Hull (214, -5).

Al terzo posto con 215 (-4) la svedese Carin Koch, al quarto con 216 (-3) l’australiana Bree Arthur, la spagnola Carlota Ciganda e la svedese Camilla Lennarth, in vetta nei primi due giri, al settimo con 217 (-2) la scozzese Pamela Pretswell e le inglesi Melissa Reid e Florentyna Parker.