Il francese Victor Riu vince il Swiss Challenge; 4 italiani tra i primi tredici

Victor-Riu
Il francese Victor Riu, 28enne parigino, ha ottenuto il primo titolo nel Challenge Tour imponendosi con 265 colpi (69 64 62 70, -19) nello Swiss Challenge.
Buona prestazione complessiva dei giocatori italiani che hanno occupato il settimo posto con Andrea Perrino (270 – 71 64 65 70, -14), il decimo con Marco Crespi (271 – 68 68 66 69, -13) e il tredicesimo con Andrea Pavan (273 – 65 71 69 68, – 11) e con Nicolò Ravano (69 69 66 69). A premio anche Domenico Geminiani, 31° con 278 (72 64 71 71, -6), Niccolò Quintarelli, 42° con 281 (67 73 70 71, -3) e Andrea Maestroni, 57° con 283 (71 70 69 73, -1).
Riu, giocatore che ha fatto una buona gavetta nell’Alps Tour e che la scorsa settimana era stato in corsa per il successo fino alle ultime buche nel Bad Griesbach Challenge vinto da Pavan, ha iniziato il giro finale con un rassicurante vantaggio di quattro colpi. Malgrado una prima parte di tracciato un po’ incerta (due birdie e quattro bogey in dieci buche) non ha mai corso rischi, peraltro ritrovando il ritmo giusto nel momento decisivo con tre birdie nelle ultime quattro buche per il 70 (-1) e per lasciare a tre colpi l’inglese Adam Gee e lo statunitense Brinson Paolini (268, -16).
A Riu sono andati 25.600 euro (su un montepremi di 160.000 euro) che l’hanno portato a terzo posto (E 63.442) nella money list dove Pavan ha mantenuto il secondo arrivando a E 73.690 con i 2.480 guadagnati nell’occasione.
Perrino ha concluso la gara con un 70 dovuto a tre birdie e a due bogey; Crespi in 69 (-2) con tre birdie e un bogey; Pavan in 68 (-3) con sei birdie e tre bogey; Ravano in 69 con cinque birdie e tre bogey; Geminiani e Quintarelli entrambi in 71 con quattro birdie e altrettanti bogey; Maestroni in 73 (+2) con tre birdie, tre bogey e un doppio bogey.