Francesco Molinari è uscito nei quarti di finale superato da Thomas Aiken

ThomasAiken

Francesco Molinari è uscito nei quarti di finale, superato per 3/2 dal sudafricano Thomas Aiken, nel Volvo World Match Play Championship, evento dell’European Tour con formula a eliminazione diretta che si conclude con la disputa di semifinali e finale sul percorso del Thracian Cliffs Golf & Beach Resort, a Kavarna in Bulgaria.

In precedenza, negli ottavi disputati al mattino, il torinese aveva travolto per 6/4 lo svedese Carl Pettersson, giocatore di peso che svolge la sua attività nel tour americano.

Questi gli incontri di semifinale: Thomas Aiken-Thongchai Jaidee  e Branden Grace-Graeme McDowell.

Molinari, che aveva superato a pieni voti la fase a gironi vincendo il suo a punteggio pieno (2/1 sullo svedese Henrik Stenson e 4/3 sul cileno Felipe Aguilar), ha subito aggredito Pettersson portandosi avanti per 4 up dopo sei buche (vincenti due par, un eagle e un birdie). Lo svedese ha avuto una timida reazione (3 down), ma Molinari è subito ripartito e ha chiuso il conto con tre birdie consecutivi.

Nel secondo match, dopo quattro buche in parità, Aiken nelle successive quattro ha preso un margine di 3 up (birdie-par-birdie) e per Molinari, sicuramente meno brillante che in precedenza, non c’è stato nulla da fare. Ha accorciato per due volte le distanze, ma in entrambe le occasioni il sudafricano ha replicato, vincendo poi con un birdie alla buca 16. Negli ottavi Aiken aveva avuto un confronto molto difficile con l’irlandese Shane Lowry prevalendo solo al prima buca supplementare.

Il sudafricano Branden Grace ha liquidato con relativa facilità l’australiano Brett Rumford ((4/3), poi ha messo fuori gioco l’inglese Chris Wood (2/1), conquistando le ultime due buche con un avversario un po’ sprecone.

Il thailandese Thongchai Jaidee, la vera sorpresa del torneo per la continuità mostrata, ha faticato contro lo svedese Peter Hanson. Dopo essersi fatto recuperare un 2 up in extremis ha poi rimediato alla 21ª. Meno complicazioni, invece, contro lo scozzese Scott Jamieson (4/3) che non è stato mai in partita.

Il nordirlandese Graeme McDowell è andato 4 up in otto buche contro lo statunitense Bo Van Pelt, poi pensando di aver già vinto si è un po’ rilassato e ha concluso con il minimo margine (1 up) rischiando parecchio. Stessa storia, o quasi, con il belga Nicolas Colsaerts, campione uscente, il quale 3 down all’ottava si è rimesso in corsa alla 14ª (1 down). McDowell ha commesso qualche errore, ma è passato in semifinale con un birdie alla 17ª (2/1).