Un giro nell’Eden

La Giamaica è una terra tutta da scoprire, che incanta e da cui lasciarsi rapire: immense distese di boschi, vallate verdi e rigogliose, corsi d’acqua che portano la vita e formano panorami unici, cascate da risalire dal mare, spiagge orlate da palme, una variopinta vegetazione tropicale e ovunque il refrigerio della costante leggera brezza di mare che i giamaicani chiamano “Doctor Breeze”.

E poi ci sono le città, da visitare e da vivere. Montego Bay, dopo la capitale Kingston, è la città più importante. Contraddistinta da uno stile internazionale, è ricca di hotel, negozi, ristoranti e musei per cogliere la vera cultura giamaicana Ma, soprattutto, è anche il luogo dove il golf è più florido.

Nelle vicinanze si trovano infatti i due campi più famosi: il Tryall Golf Course e il White Which Golf Course, percorsi di livello mondiale aperti a tutti, a parte il periodo di alta stagione, in cui il Tryall viene riservato ai soci.

Considerando l’intero territorio la scelta diventa vastissima e spazia da percorsi di campionato ad altri che si distinguono per incomparabili panorami o per natura lussureggiante e selvaggia: l’isola offre diversi campi da golf, sia a 9 sia a 18 buche, per tutte le necessità e con prezzi accessibili a chiunque. I percorsi a disposizione dei turisti sono dodici, una quantità decisamente superiore a quella di qualsiasi altra isola dei Caraibi, a conferma dell’affetto che gli abitanti di quest’isola colorata nutrono per questo sport.

Nicolò Porta

Il testo integrale dell’articolo è a pag. 112 di Golf Today n. 8 dicembre