REPORT--CONFERENZA-73-OPEN.Immagine005_1280

 

Prende forma il 73° Open d’Italia nella magia della Villa Reale di Monza. La sala è gremita di pubblico pronto ad ascoltare gli ospiti illustri tra i quali il Presidente della Federazione Italiana Golf, Franco Chimenti. Prende subito parola il professore che si dichiara pronto ad assistere ad un nuovo trionfo dopo il fantastico Open 2015, invaso da ben 50.000 spettatori. Quest’anno il montepremi è raddoppiato e la prima moneta da 500.000 € ha avvicinato grandi nomi del golf mondiale che iniziano a sentire l’effetto del Progetto Ryder Cup 2022. Gianpaolo Montali, direttore generale di questa impresa allarga gli effetti Ryder a tutto lo sport italiano che ne trarrà beneficio come vedremo all’Open con il villaggio Coni seguito e studiato da Oreste Perri.

La forte collaborazione tra Roberto Maroni, Fabrizio Sala e Antonio Rossi fanno della Lombardia un luogo unico che vive di eventi che aiutano nella crescita del turismo in una delle regioni più famose per efficienza e cultura sportiva.

Alessandro Rogato e Barbara Zonchello, Presidente e Direttore dell’Open d’Italia hanno illustrato il field stellare dei giocatori e gli sponsor, non dimenticando di incuriosire con qualche anticipazione sugli special events dell’Open.

Manassero, Paratore, Molinari, Willet, Westwood, Jimenez sono solo alcuni dei super big che si sfideranno al 73° Open d’Italia. Una partecipazione unica ed imperdibile che potremo gustare dal 15 al 18 settembre in gara al Golf Club Milano.

L’occasione è unica e l’ingresso è gratuito.

#NoiCiSaremo #CiVedeiamoLà

Swing your life

  • Thomas Bjorn è il nuovo capitano europeo
  • Pierfrancesco De Col "Gioco sempre tranne lunedi e giovedi" #VideoGolf
  • Tiger: due settimane di pausa per trovare i bastoni perfetti