Il campo si sveglia nella nebbia nel secondo importantissimo round del Campionato Nazionale Open. Si ritardano le partenze di un’ora e mezza ma questo non ferma l’invasione del pubblico che si diverte a seguire i migliori golfisti italiani.

L’avevamo detto ieri che Francesco Laporta sarebbe stato uno dei protagonisti, il pugliese si muove bene in questo periodo e il -11 finale attira l’attenzione dei media e dei fans.

Ma quando la luce abbandona il Golf Le Fonti è Cristiano Terragni a strappare lo scettro del Campionato. Bellissimi i due score in 66 che portano a -12 la Leadership a Castel San Pietro, teatro in questi giorni di un golf di altissimo livello.

Oggi è stato spettacolare seguire da vicino i campioni e vedere crescere l’agonismo dopo gli ottimi punteggi della prima giornata. Il campo è pieno di sorprese, qualche volta maligne per i guerrieri che continuano la lotta in vista del moving day di domani.

40 più i parimerito i giocatori che troveremo nel terzo round, i migliori di questa settimana che, ricordiamo, stanno lottando per il titolo più antico d’Italia. Qui il clima è sempre da festa, ma noi li conosciamo, ci si aspettano scintille che infuocheranno il finale.

Swing your life

  • McIlroy: il ritorno è sempre più vicino
  • Giocare a golf di notte è bellissimo. #VideoGolf
  • La storia di Kevin Hall, il pro sordo in campo al Genesis Open