tigerw

Lo sapevamo già e, visti i continui silenzi di questi mesi, c’era anche un po’ da aspettarselo: Tiger Woods si è ufficialmente ritirato dal Masters di Augusta 2016. Se non è una novità, è comunque un dispiacere per i tanti tifosi della tigre. È la seconda volta che Woods è costretto a saltare il primo Major dell’anno, nonostante sia quello a cui è più legato e a cui tenga di più.

Ma le speranze di vederlo nei dintorni di Augusta anche questa settimana non sono del tutto perse… Non potrà essere in campo con sacca e bastoni per provare a conquistare la sua quinta giacca verde ma – come rivelato nel comunicato apparso su tigerwoods.com – ci sarà per partecipare alla Champions Dinner di martedì e… Molti sono convinti che sarà proprio lui a sostituire Arnold Palmer nel Cerimonial Tee Shot di giovedì.

“Dopo aver valutato le condizioni attuali della mia schiena e dopo essermi consultato con i miei medici, ho deciso che sia prudente saltare il Masters di quest’anno. Mi sono allenato e ho colpito palline giornalmente, ma non sono fisicamente pronto. Ho già detto che ho bisogno di tempo, per essere cauto e per fare in modo, che la mia torni a essere una carriera lunga e salutare. Sfortunatamente, giocare ad Augusta la prossima settimana non sarebbe la decisione giusta. Sto facendo molti progressi e sono molto felice di dove sono arrivato ma non ho ancora una data esatta per quando tornerò al golf competitivo.

Voglio esprimere tutto il mio dispiacere a Billy Payne, ai soci dell’Augusta National, a tutto lo staff, i volontari e al pubblico per non potervi competere. È una settimana davvero importante e speciale per me: mi sconvolge non esserci. Mi sto organizzando per partecipare alla Champions Dinner e per vedere molti vecchi amici.

Mi piacerebbe ringraziare i fan per le loro preoccupazioni e il loro supporto. Gli ultimi anni sono stati difficili, ma ho sempre avuto i migliori sostenitori del mondo accanto e vorrei che lo sapessero”.

E noi saremo qui ad aspettarti, convinti che tu possa continuare a scrivere i capitoli più importanti della storia del golf.

  • Thomas Bjorn è il nuovo capitano europeo
  • Pierfrancesco De Col "Gioco sempre tranne lunedi e giovedi" #VideoGolf
  • Tiger: due settimane di pausa per trovare i bastoni perfetti