_PSYCO2014_6_Si-puo-riprodurre-lo-stato-di-grazia

 

Avete mai sentito parlare di flow? Il flow, o stato di grazia, consiste in uno stato di profondo piacere che può essere sperimentato ogni volta che ci si trova ad essere impegnati in un compito, sia esso sportivo o lavorativo. E’ la sensazione che tutto accada in modo automatico, senza la necessità di monitorare i gesti che si compiono in quanto tutto ciò che si sta facendo sembra avvenire naturalmente ed in modo perfetto. Lo swing viene eseguito in modo automatico e preciso, la pianificazione del gioco permette di esprimersi al massimo e si ha la sensazione di possedere tutte le risorse necessarie per poter effettuare una gran performance. Quando si è in flow la percezione soggettiva del tempo può essere alterata e si sperimenta un senso di intenso piacere per ciò che si sta facendo.

Tale condizione, che come vi sarà capitato di osservare, spesso coincide con una gran performance anche in termini di risultato, non è quotidianamente presente all’interno della propria pratica sportiva, tuttavia proprio perché rappresenta lo stato ideale per poter dare il meglio di sé sul campo dovrebbe essere costantemente ricercato cercando di ricreare ogni volta che si arriva sul tee della 1, tutte le condizioni che lo favoriscono. Questa operazione può essere fatta sotto la supervisione di uno psicologo dello sport ed attraverso l’uso di test specifici che permettono di osservare in modo dettagliato le caratteristiche del proprio personale stato di flow.

  • GOLFTODAY FRIENDS CUP
    30 Novembre 2016
    GC Carimate #FotoGallery
  • I mitici vincitori dei Match Play dell'Emilia Romagna #VideoGolf
  • Jim Furyk prossimo capitano americano?