wentworth

I nuovi soci di Wentworth dovranno pagare 125mila sterline per giocare sul percorso conosciuto in tutto il mondo: l’hanno deciso i nuovi proprietari (cinesi), che hanno di recente annunciato un massiccio aumento delle quote.

Ai membri dell’esclusivo complesso del Surrey è stato comunicato che l’aumento sarà attivo da aprile 2017, coinvolgendo quindi tutti i nuovi soci che vorranno entrare nel club. Attualmente i nuovi arrivati pagano 15mila sterline di fee. Ai soci in essere è stato chiesto di sborsare 100mila sterline per portare avanti l’associazione. E anche la quota annuale subirà un enorme aumento: da 8 a 16mila sterline.

La decisione è stata presa dal nuovo proprietario, il Reignwood Group, che ha acquistato il club a settembre dell’anno scorso e vuole investire 20 milioni di sterline nel percorso nei prossimi due anni.

I soci si sono detti scioccati dalla notizia. Qualcuno ha così commentato: “Devono essere messi dei soldi nel club e questi devono arrivare da qualche parte. L’altra sera abbiamo scoperto che arriveranno dalle nostre tasche”. Il club ha risposto che la politica dei prezzi è un affare riservato e che la struttura è “familiare” ma le nuove tariffe la renderanno il club più caro di tutta l’Inghilterra.

A Wentworth ci sono tre percorsi da campionato, la sede dell’European Tour e di Ryder Cup Europe. Da settembre 2014 è di proprietà di Reignwood, al cui vertice c’è Chanchai Ruayrungruang,un imprenditore con una fortuna stimata in 10 miliardi di dollari, il che lo rende la decima persona più ricca di tutta la Cina.

Per alcuni l’aumento delle tariffe è un tentativo di ridurre il numero di soci attuali in modo da attrarre un target più benestante che possa permettersi di pagare somme da capogiro per giocare sui green più famosi del mondo.

Peter Alliss, opinionista di golf della BBC e socio a Wentworth, ha commentato che il progetto è “straordinario” visto che “ci sono davvero poche persone che hanno 100mila sterline da buttare per le loro passioni”.

  • Thomas Bjorn è il nuovo capitano europeo
  • Pierfrancesco De Col "Gioco sempre tranne lunedi e giovedi" #VideoGolf
  • Tiger: due settimane di pausa per trovare i bastoni perfetti