ST LOUIS, MO - AUGUST 09: Francesco Molinari of Italy waits to play his tee shot on the 17th hole during the first round of the 100th PGA Championship at the Bellerive Country Club on August 9, 2018 in St Louis, Missouri. (Photo by David Cannon/Getty Images)

La R&A e la USGA stanno lavorando in sinergia per realizzare un unico sistema di handicap mondiale (World Handicap System).

Più di 15 milioni di golfisti stanziati in più di 80 paesi posseggono un handicap di gioco, utilizzato per misurare il livello di ciascun giocatore.

Gli Handicap seguono oggi sei diversi sistemi, sparsi in tutto il mondo, attraverso i quali gli stessi vengono assegnati e modificati.

L’obiettivo di questo progetto è quello di creare e in seguito adottare un sistema universale, che si possa applicare alle Federazioni di tutto il mondo.

I massimi esponenti del golf stanno lavorando insieme al fine di studiare e redarre una relazione sui sistemi già esistenti di regolamentazione degli Handicap.

Particolare attenzione è rivolta a Golf Australia, The Council of National Golf Unions in Gran Bretagna e Irlanda, The European Golf Association, The South African Golf Association, The Argentine Golf Association e The United States Golf Association. 

È stato formato un nuovo comitato capitanato dalla R&A e dalla USGA, che raggruppa le autorità responsabili degli handicap all’interno degli altri enti così come quelli di The Japan Golf Association e di Golf Canada.

La commissione renderà note le nuove proposte sull’handicap solo a fine anno.

“Ci ha preoccupato spesso il fatto che molti golfisti trovassero il sistema di handicap complicato e frustante, soprattutto se non applicato allo stesso modo in tutti i paesi del mondo”, ha dichiarato Martin Slumbers, Chief Executive di R&A. “Stiamo lavorando a stretto contatto con i responsabili degli handicap di ogni paese al fine di cogliere ogni possibile suggerimento utile per creare un sistema facile da comprendere e applicabile su scala globale.

Apprezziamo davvero il loro supporto per questa iniziativa”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here