ST LOUIS, MO - AUGUST 09: Francesco Molinari of Italy waits to play his tee shot on the 17th hole during the first round of the 100th PGA Championship at the Bellerive Country Club on August 9, 2018 in St Louis, Missouri. (Photo by David Cannon/Getty Images)

L’inglese Paul Casey ha vinto con 266 colpi (68 70 62 66, -14) il KLM Open, torneo dell’European Tour disputato sul tracciato del Kennemer G&CC (par 70), a Zandvoort in Olanda, dove Edoardo Molinari ha offerto una nuova buona prestazione  sottolineata dall’11° posto con 272 (66 66 71 69, -8). Ha ceduto nel finale Andrea Pavan, da nono a 41° con 277 (66 70 67 74, -3), ed è rimasto in basso Marco Crespi, 72° con 287 (71 69 70 77, +7), mentre era uscito al taglio a metà gara Matteo Manassero, 83° con 142 (68 74, +2).

Casey, 37enne di Cheltenham, ha firmato il 13° titolo nel circuito, dove ha avuto il suo momento migliore tra il 2005 e 2009, mettendo in fila tre connazionali: Simon Dyson, secondo con 267 (-13), Andey Sullivan, terzo con 268 (-12), ed Eddie Pepperell, quarto con 269 (-11). Al quinto posto con 270 (-10) lo svedese Johan Carlsson, lo spagnolo Pablo Larrazabal, l’olandese Joost Luiten, campione uscente, e il francese Romain Wattel, affondato da un 74 (+4), il quale aveva iniziato l’ultimo turno con tre colpi di margine sullo scozzese Richie Ramsay e quattro sul vincitore. Ha ceduto anche lo stesso Ramsay, nono con 271 (-9) insieme all’inglese Oliver Fisher. Deludenti l’irlandese Padraig Harrington, 28° con 275 (-5), e gli spagnoli Gonzalo Fernandez Castaño, 36° con 276 (-4), e Miguel Angel Jimenez, 52° con 279 (-1).

Casey è partito a forte andatura con quattro birdie in sette buche, poi ha completato il 66 (-4) con un birdie e un bogey nel rientro, rischiando l’aggancio da parte di Dyson, che ha infilato cinque birdie nelle ultime dieci buche per un 65 (-5). Molinari ha fissato in parziale di 69 (-1) nell’arco di cinque buche, tra la quarta e l’ottava, con la sequenza birdie-doppio bogey-birdie-birdie. Le cose per Pavan sono andate bene fino alla buca 11 dove era un colpo sotto par (un birdie), ma alla 12 (par 5) il suo torneo è cambiato con un “8” al quale sono seguiti altri due bogey per il 74 (+4). Per Crespi 77 (+7) colpi con un birdie, tre bogey, un doppio bogey e un triplo bogey.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here