ST LOUIS, MO - AUGUST 09: Francesco Molinari of Italy waits to play his tee shot on the 17th hole during the first round of the 100th PGA Championship at the Bellerive Country Club on August 9, 2018 in St Louis, Missouri. (Photo by David Cannon/Getty Images)

Un tunnel la cui uscita sembra ormai irraggiungibile: Tiger Woods si è sottoposto a un quarto intervento chirurgico per alleviare il dolore che provava alla schiena e alle gambe.

Questo implica, inevitabilmente, che il suo ritorno in campo sia sempre più lontano – se non impossibile – lasciando tutto in stand-by fino ad almeno la prossima stagione.

Il campione americano si è sottoposto a un intervento di fusione spinale (Anterior Lumbar Internal Fusion – ALIF) tra le vertebre L5 e S1, un’operazione volta alla rimozione di un disco danneggiato e alla rivitalizzazione di un secondo disco che era collassato.

L’intervento è stato portato a termine dal Dr. Richiard Guyer presso il Texas Back Institute.

“L’operazione è andata bene e sono sicuro che risolverà il dolore e gli spasmi che avevo alla schiena”, ha dichiarato Tiger. “Dopo il recupero, non vedo l’ora di tornare a una vita normale, a giocare con i miei figli, a competere a livello professionistico e a vivere senza il dolore contro cui ho battuto per anni”.

Questo segna così il quarto intervento alla schiena subito dalla Tigre in tre anni.

Era l’aprile 2014 quando il campione americano iniziò una serie interminabile di operazioni e ritiri che l’hanno perseguitato anche in questa stagione, quando si pensava di essere finalmente giunti alla fine del calvario.

Invece no, l’ultima volta che abbiamo visto Tiger in campo è stato il Dubai Desert Classic di febbraio: non riuscì neppure a concludere il torneo, ritirandosi per un forte dolore alla schiena.

Da quel momento è iniziato o, per meglio dire, ricominciato, il periodo di latitanza mista a continui ritiri che ci ha accompagnati fino a martedì, quando è comparso davanti ai riflettori per annunciare la realizzazione di un nuovo percorso a Ridgedale, il Big Cedar Lodge.

Nessun accenno all’operazione imminente, né tanto meno al possibile ritorno.

“La schiena sta migliorando”, aveva affermato Woods martedì. “Ho giorni buoni e giorni cattivi. Ho subito tre operazioni, ma fa parte del gioco”.

Poi ieri la notizia di un quarto intervento, che quindi allunga ancor di più i tempi di recupero.

Tiger starà fuori dal campo per diverse settimane, se non mesi, durante le quali si sottoporrà a trattamenti e fisioterapia.

I pazienti che si sottopongono a questo tipo di intervento spinale, normalmente impiegano sei mesi di fisioterapia per recuperare.

Questo significa solo una cosa: Tiger salterà per il secondo anno consecutivo tutti i Major  e, forse, lo vedremo in campo solo nella nuova stagione.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here